Quando ti innamori di tutti ma non ti impegni con nessuno

Guida Guida

Inseguire chiunque e credere di essere innamorate. Ecco fino a che punto ci spinge il bisogno d'affetto.

Ci sono fasi nella vita in cui bramiamo l'affetto. Al punto da cercare, desiderare, vedere l'amore in chiunque: anche quando non c’è.

L’amore diventa l’etichetta sbagliata che diamo a qualcosa che stiamo inseguendo.

Proprio perché non vediamo bene la natura di quel che cerchiamo, ricolleghiamo ciò che troviamo al sentimento sbagliato. Così ci lasciamo innamorare e parliamo d'amore. Ma ad alimentarci è il semplice bisogno di affetto.

Quando sentiamo l’esigenza di essere amate (anziché di amare a nostra volta), di ricevere affetto (prima di darlo) e di sentirci riconosciute nel legame con l’altro (per apprezzarci veramente), parlare d’amore è un azzardo.

Per questo, nei momenti di crisi e povertà affettiva, diventiamo esche facili di un Cupido in tirocinio: perché vogliamo colmare un vuoto. E, per riuscirci, ci lasciamo colpire anche dalle frecce sbagliate.

Peccato che l’innamoramento sia momentaneo.

Quando il bisogno di affetto è stato risolto - o quando arriva qualcuno che può soddisfarlo meglio - leviamo le tende con tizio “X" e ci innamoriamo del tipo "Z". Fatichiamo a impegnarci davvero con qualcuno. O meglio: non vogliamo farlo. Quando inseguiamo tutti e non ci impegniamo con nessuno, dell'amore c'è ben poco. C'è molto, invece, della sua mancanza.

Foto @ sivonai | Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Amore e coppia
SEGUICI