Quando lui dice di amare te ma sta con un’altra

Guida Guida

Sarai anche “unica e speciale” ma resti comunque la seconda. Quanto ti sta bene?

“Da quando ti conosco la mia vita è cambiata solo che non so fino a che punto mi sento pronto per cambiarla veramente”. Ti presento una situazione che conoscerai bene anche tu: quando lui dice di volere di te ma sta con un’altra. Non è dinamica così facile, come sembra vista da fuori.

I pareri delle tue amiche sono più o meno gli stessi, tutti concordanti tra loro: dal “se davvero tenesse a te, l’avrebbe già lasciata” al “vuoi smetterla di pendere dalle sue labbra” fino al più brutale “svegliati: ti sta solo usando!”.

Il punto è che tu non hai bisogno di questo: non ti serve un motivo per lasciarlo perdere (di quelli ne avresti già abbastanza) ma di uno per rimanergli accanto.

Perché se sei arrivata fin qui ed hai accettato la presenza nella sua vita di un’altra, mollarlo non è ancora per te la conclusione migliore. Probabilmente ci hai già provato ma non hai saputo resistere: dopo un tempo X, lo hai ricercato o sei tornata da lui al suo richiamo.

La speranza è l’ultima a morire, si dice, ma la prima a fregarti.

In casi come questo, il sentimento ti fa illudere che qualcosa possa cambiare sul serio e che lui possa, da un giorno all’altro, lasciare la sua partner ufficiale e scegliere finalmente te. Te che sei così “speciale e diversa da tutte le altre”. Allora resti in una situazione scomoda, trovando il posticino migliore per continuare a pazientare. Accetti che il sabato sera stia con lei perché durante la settimana è tutto tuo, pensi possa essere - e soprattutto con chi - prima di chiamarlo o di scrivergli “mi manchi”, scarichi la gelosia nelle telefonate con le tue amiche piuttosto che con lui.

Un errore che, spesso, si fa è quello di pensare al futuro: sto con lui oggi perché domani andrà meglio.

Ma oggi come stanno andando le cose tra voi? Se lui continua a stare con lei vuol dire che questa è per lui, al momento, la soluzione migliore. Domandati, però, quali siano i tuoi bisogni. Quanto ti piacciono le linee di demarcazione in amore? In situazione triangolari ci si spartisce il territorio: non siete solo tu e lui, né siete tu-lui e l’altra. Sono lui e l’altra, e poi ci sei tu. Comincia a vedere questa scala di livello: a conti fatti, la realtà parla.

Non sei la prima: sei la seconda.

Magari sarai anche unica e speciale, magari sei quella che lui dice di amare. Ma resti la seconda. Esattamente come la sua partner è, magari, una che non lo merita e che non è speciale. Ma resta comunque la prima. Lui non è ancora pronto a fare il grande cambiamento che ti garantisce di volere. E tu? Sei pronta a cambiare le carte in tavola? Ricorda che in amore non esistono regole, ma giocatori: domandati fino a che punto valga ancora la pena stare al suo gioco.

Foto @ anetlanda | Fotolia.com

>>>LEGGI ANCHE: Lui o l’altro: quando non sappiamo chi scegliere

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Amore e coppia
SEGUICI