Come affrontare la relazione con un 'amico di letto'

Guida Guida

Le relazioni con "l'amico di letto" non sono esenti da complicazioni e da rischi. Ecco cosa evitare per non restare deluse

C’è sempre quando abbiamo il cuore ferito, quando un’amica ci delude, quando perdiamo il lavoro e qualche volta succede di ritrovarcelo anche quando andiamo a letto. Capita spessissimo di sentire persone parlare di come hanno iniziato una relazione con un loro carissimo amico, che, diventa inevitabilmente anche un amico di letto.

Sono molte le insidie in questo tipo di relazione e molte le cose da tenere presente. Eccone alcune:

È di pochi giorni fa l’uscita del film “Amici di letto” con Justin Timberlake e Mila Kunis che mette in evidenza proprio come questa “unione” non sia esente da complicazioni. Il sesso senza amore può esistere, ma quali sono gli errori da non commettere per non soffrire?

  • Sarebbe meglio evitare di andare a letto con  il “migliore amico”, quello storico, con cui si parla di tutto e a cui vogliamo molto bene perché il rischio di perdere “questa valida amicizia” è molto alto, soprattutto se si scopre di avere feeling anche sotto le lenzuola. Si creerebbero delle aspettative e si potrebbe rimanere deluse.
  • Molte donne parlando dei propri o del proprio amico “with benefits” ne descrivono i vantaggi: non sono innamorati, non si comportano da fidanzati e quindi non si ammettono complicazioni. Ma il rischio che tutto cambi è davvero dietro l’angolo…(del letto). Nella maggior parte dei casi si va a letto con l’amico perché si è in cerca di sesso ma per alcune persone questa condizione nasconde il desiderio o l’aspettativa che l’amico diventi un fidanzato. Il consiglio è di essere sincere con se stesse e fare attenzione ai propri reali sentimenti.
  • Se si è scelto una relazione di questo tipo (senza complicazioni, appunto) sarebbe meglio evitare di farsi domande sul futuro. È meglio tenere a bada la tendenza (molto femminile) di pensare a cosa verrà dopo: questo tipo di progettualità è giusto per un tipo di relazione diversa.
  • Se durante questa relazione occasionale, non ci si accontenta più di vivere “il presente” e si inizia a contare troppo sull’altro, sarebbe meglio smetterla per non restare ferite.
  • Nelle relazioni di questo tipo una regola base è quella di mettere a disposizione spazio e tempo limitati; è bene non trasgredire con pretese o atteggiamenti troppo appiccicosi

Questo tipo di relazione è molto più diffusa tra persone dai trenta e i quaranta anni. Molte donne di questa età, però si ritrovano a voler trasformare l’occasionalità in qualcosa di più stabile, proiettando sull’amico di letto attese personali, dovute magari proprio all’età, orologio biologico compreso.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Amore e coppia
SEGUICI