Perché in amore vince chi resta

Guida Guida

In amore non vince chi ritorna, ma chi non se ne è mai andato. Ecco perché

In amore non vince chi fugge. E neanche chi se ne va, si pente e ritorna.

In amore vince chi resta.

C’era una frase di un film che recitava così: se ami qualcuno devi lasciarlo andare; se ritorna è tuo per sempre, se non ritorna non lo è mai stato. La realtà però è ben più profonda e complessa.

Chi ti ama davvero non se ne va, o per lo meno fa di tutto per rimanere.

Ci sono storie che si spezzano nei momenti di difficoltà di uno dei due partner, o di entrambi. Eppure sono proprio quelli i momenti in cui l’amore può esprimersi nella sua massima manifestazione: vale a dire nell’accettazione dell’altro.

Se qualcuno conta davvero per te - e viceversa - si cerca sempre un modo per restare piuttosto che un motivo per andarsene.

Detto ciò, ci sono partner che creano problemi e partner che tentano di risolverli. Se entrambi si vengono incontro e si accettano, la crisi si attraversa senza lasciarsi e col supporto l’uno dell’altra.

Al contrario, se uno dei due si rintana nelle proprie dinamiche, addossando all’altro colpe e responsabilità che non ha, la situazione può precipitare.

In automatico si crea una situazione di sbilanciamento: nella coppia c'è una persona che sopporta e tenta di portare risoluzione, e un’altra che “condanna” e continua a essere infelice.

In amore vince chi resta ma non sempre questa scelta dipende dalla volontà. A volte restare diventa troppo doloroso, perché scattano dinamiche interne che sono più forti dell’amore stesso.

Se ami davvero qualcuno e vuoi restargli accanto, comincia da adesso ad avere consapevolezza di te.

Perché è questa che ti sarà richiesta, insieme alla pazienza e all’empatia, per risolvere un momento di difficoltà insieme all’altro.

Foto @ carloscastilla | Fotolia.com

>>>GUARDA ANCHE: In amore meglio seguire il cuore o la testa?

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Amore e coppia
SEGUICI