Couperose: tutto quello che c'è da sapere

Guida Guida

La couperose è un disturbo della pelle che interessa molte persone. Ecco di cosa si tratta, come prevenirla e curarla e quali sono le cause della sua comparsa.

Capillari e arrossamenti sul viso (soprattutto sulle guance) di chi ha la carnagione chiara. Questo fenomeno si manifesta, in particolare, con l'arrivo dell'inverno e delle sue temperature rigide e si chiama couperose.

Dal latino cupri rosa, la couperose è una lesione cutanea del volto, causata dalla dilatazione eccessiva dei piccoli vasi ematici. In alcune persone la couperose è più evidente e può arrivare ad interessare anche entrambe le guance, in altre, invece, si manifesta in forme lievi e in misura molto limitata.

In ogni caso, per curare la couperose e prendersi cura delle propria pelle sensibile, è necessario sapere alcune cose fondamentali su questa infiammazione che interessa il viso.

Come si riconosce la couperose?

La couperose si distingue da altri tipi di infiammazioni, perché compare sottoforma di piccole venature rossastre o di antiestetiche macchioline sul viso, soprattutto all'altezza delle guance. Si tratta di un disturbo epidermico che interessa soprattutto le donne: secondo gli esperti, infatti, l'80 per cento dei pazienti colpiti da couperose sarebbero donne, mentre solo il 20 per cento uomini. Molto spesso la couperose si manifesta prima occasionalmente, ma, se non curata adeguatamente, può diventare frequente.

Quando la couperose deve preoccupare?

Sebbene la couperose non possa essere definita una vera e propria patologia, ma solo un disturbo della pelle, in un caso deve preoccupare chi ne soffre: se sul viso, oltre alle venature antiestetiche, dovessero iniziare a comparire brufoletti, pustole e dilatazioni eccessive dei vasi sanguigni, infatti, la couperose potrebbe essere degenerata nella cosiddetta acne rosacea. In questo caso meglio rivolgersi il prima possibile ad un dermatologo.

Quali sono le cause della couperose?

Tante e diverse sono le cause della couperose. Secondo gli esperti, questo disturbo può manifestarsi dopo un abuso di alcol, ma anche in seguito alla carenza di alcune vitamine (soprattutto la C e la PP), a causa di variazioni climatiche, ma anche all'assunzione di alimenti eccitanti e spezie. Può essere provocata da stati emotivi, che provocano la produzione di istamina o da disfunzioni ormonali e cure cortisoniche.

Come si cura la couperose?

Dopo aver capito cos'è la couperose e quali sono le cause che ne provocano la comparsa, è necessario conoscere cosa si può fare per curarla e riportare la pelle al suo colore roseo omogeneo. Per prima cosa sarà meglio eliminare alcol e bevande e cibi eccitanti (come il caffè ad esempio) ed evitare alla pelle eccessivi sbalzi di temperatura: passare dal caldo di un posto chiuso al freddo gelido, senza aver preparato adeguatamente la pelle, è devastante per una pelle sensibile. Anche per questo, sarà necessario scegliere una crema adeguata alla couperose: nei negozi di cosmetica o nelle erboristerie affidatevi ad un esperto per farvi consigliare un cosmetico adatto al vostro disturbo.

Credit: Rob3000 - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Bellezza e stile
SEGUICI