Bellezza e invecchiamento. I trattamenti dermocosmetici anti età

Video Video

Dermatologa e presidente SKINECO
Dott.ssa Riccarda Serri
Segui i consigli pratici di Riccarda Serri e scopri quali sono i trattamenti dermocosmetici ideali per ogni tipo di pelle e di età .

A domanda... risposta

Come si consiglia un trattamento dermocosmetico?
Durante le consulenze si suggerisce ai pazienti quali sono i trattamenti più indicati per loro. Prima di decidere quale trattamento fare è necessario valutare bene la pelle e a quale trattamento si può sottoporre la persona. Non tutti i trattamenti sono indicati per tutti, ad esempio il filler è sconsigliato a chi ha la fobia degli aghi.

Che cos'è il filler?
Questa tecnica consiste nell'infiltrazione negli strati più superficiali della pelle di sostanze come l'acido ialuronico che progressivamente si riassorbono. Si tratta di sostanze in gel piuttosto fluide, nel momento in cui vengono iniettate vanno ad ammorbidire, a dare volume e a conferire un aspetto più levigato alla pelle.

Il filler può essere pericoloso?
Bisogna tenere presente che i filler permanenti, come il vecchio silicone, sono piuttosto a rischio e possono dare numerosi problemi. Con i filler riassorbibili invece, se fatti nelle dosi corrette, da un medico competente, nelle modalità corrette, seguendo tutte le regole per un atto medico, perchè di questo si tratta, i rischi sono realmente bassi.

Che cos'è la biorivitalizzazione?
È un altro trattamento dermocosmentico che consiste nell'infiltrazione estremamente superficiale, con un aghetto molto corto e molto sottile, di sostanze che fungono da stimolanti dell'epidermide.
Esistono anche delle sostanze omeopatiche che fungono da stimolanti, molto utili e benefiche per la pelle, soprattutto se iniettate in determinati punti.

Quali sono i punti migliori dove iniettare queste sostanze?
I punti, che abbiamo denominato di eco-lifting, sono le estremità della fronte, i lati del naso, i lati del mento, la zona della mandibola, e una fossettina vicino all'orecchio.
Il trattamento va ripetuto ogni 15-20 giorni e il viso si "risolleva".

Che cos'è il peeling?
Letteralmente significa "spellare", quindi togliere i primi strati di pelle. Lo si può fare con sostanze chimiche, quindi si avrà il peeling chimico, oppure in maniera meccanica, in questo caso si parlerà di dermoabrasione e microdermoabrasione, oppure con il laser o con radiofrequenze.

A chi è adatto il peeling?
Non a tutti, soprattutto chi ha la pelle molto delicata e sottile oppure sta molto al sole dovrebbe evitare il peeling. È particolarmente indicato invece per le pelli asfittiche, per le pelli spesse, per i pori dilatati e i comedoni, per le microcisti, per esiti acneici o rughette più superficiali. I migliori sono i peeling più leggeri che danno luminosità alla pelle.

Quale regola seguire prima di sottoporsi ad un trattamento dermocosmetico?
Bisogna chiarire sempre con il medico i propri desideri e aspettative perché i risultati dipendono dalle condizioni di partenza. Il medico dirà che cosa è realistico ottenere e in quanto tempo si può ritornare ad una vita normale dopo il trattamento.

CREDITS

Regia
Francesca Loupakis

Operatori
Francesca Loupakis
Paolo Pisacane

Produzione
Laura Mauceri
Francesca Loupakis

Interpreti
Claudia Pizzi

Esperta
Riccarda Serri, dermatologa e presidente SKINECO

La serie è stata girata prendendo spunto dal libro "Tutte ragazze" (EDIZIONI PIEMME), scritto da Riccarda Serri, dermatologa, presidente SKINECO e dalla giornalista Anna Capelli.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Bellezza e stile
SEGUICI