Come riconoscere e curare la forfora

Guida Guida

La forfora è uno di quei disturbi che segna il cambio di stagione: impariamo come riconoscerla e combatterla con semplici accorgimenti  

L'arrivo della nuova stagione comporta anche il ritorno di piccoli disturbi: dalle allergie stagionali alla caduta dei capelli, passando per...la forfora!

Questo disturbo è un grande nemico della salute e della bellezza oltre che una grande causa di imbarazzo. Per molte persone è cronico, per tanti è in realtà correlato a un cambiamento di temperature e abitudini.
Vediamo come riconoscerla e come curarla nel modo giusto.

Come si riconosce la forfora? Si tratta di una desquamazione del cuoio capelluto, che presenta residui biancastri sulla radice dei capelli. Per riconoscerla nel modo giusto, se il problema è davvero visibile e aggressivo, è bene consultare uno specialista: a volte gli stessi sintomi infatti, possono identificare anche una dermatite, o al contrario una momentanea intolleranza ai prodotti utilizzati per il lavaggio (ad esempio uno shampoo aggressivo).

Una volta riconosciuta la problematica bisogna passare all'azione:

1. Lavare i capelli al bisogno, senza insistere. Non è lavandoli continuamente che si risolverà la problematica anzi, il detergente sbagliato utilizzato con troppa frequenza non farà altro che aggravare la situazione.

2. Scegliere il giusto detergente: per combattere la forfora è bene sì affidarsi a un detergente specifico, ma non solo. Anche un semplice sapone neutro va benissimo.

3. Attenzione all'alimentazione, grande responsabile della salute dei propri capelli: meglio evitare cibi grassi, come fritture e piatti molto conditi. Come i cibi, anche i vizi influenzano la salute dei capelli. No quindi a fumo e alcol!

4. Attenzione allo stato d'animo: spesso la forfora è causata infatti dallo stress. Relax è la parola d'ordine, anche per rendere più belli i propri capelli.

5. Non coprirli: il gesto automatico, quando si soffre di forfora, può essere quello di coprire i capelli ma in realtà è meglio lasciar respirare la cute.

6. Abbiamo già visto da vicino qualche rimedio fai da te: in rete se ne trovano tanti, semplici da preparare e decisamente efficaci. Alternateli alla terapia fornita da un bravo dermatologo.

Con pazienza e senza allarmarsi ulteriormente, questa problematica potrà essere risolta resituendoti i tuoi capelli puliti e splendenti.

Foto © JPC-PROD - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Bellezza e stile
SEGUICI