Le 5 sedie che hanno fatto la storia del design

Classifica Classifica

Scopriamo quali sono i modelli di sedie che hanno lasciato un segno nella storia del design e dell'arte. 

Nel mondo del design alcuni elementi d'arredo come le sedie hanno catturato l'attenzione degli artisti che hanno realizzato vere e proprie opere che hanno segnato la storia. Alcune sedie sono diventate icone di design perché ideate da famosi designer e architetti, ispirati dall'arte moderna.

La sedia infatti è uno degli oggetti più complessi da progettare e, nel corso del Novecento (soprattutto dagli anni '20 agli anni '60), le menti più eccelse in fatto di design hanno deciso di cimentarsi nell'impresa di reinventare questo elemento semplice, utile ma anche antico.

5. Rood-blauwe stoel (1917)

Foto blog.mastermeubel.be

Caratterizzata da un design semplice e facile da realizzare perché destinata alla produzione di massa, la sedia Rood-blauwe stoel (che in olandese significa “sedia rossa e blu”), progettata nel 1917 da Gerrit Rietveld, all'inizio era solo in legno di faggio. In un secondo momento, e precisamente nel 1923, furono aggiunti i colori primari. Rietveld infatti faceva parte del movimento artistico olandese De Stijl, co-fondato dal famoso pittore olandese Piet Mondrian: fu proprio dalla collaborazione con costui che Rietveld decise di dipingere la sedia di giallo, rosso e blu.

4. La sedia Wassily (1925)

Foto Cool Chair Decoration Ideas

La sedia Wassily, conosciuta anche come sedia Modello B3, è considerata il simbolo del design stile Bauhaus. Disegnata nel 1925 da Marcel Breuer, la Wassily Chair presenta una struttura in tubolare d'acciaio piegato arricchita da tappezzeria Eisengarn. Questa sedia, diventata famosa per la sua estetica minimalista, è diventata un prodotto di massa negli sessanta dopo che Dino Gavina nel 1962 era riuscito a convincere Marcel Breuer a rieditare la sedia. Quando Gavina venne a sapere che il famoso artista Wassily Kandinskij aveva richiesto il primo esemplare di B3, decise di produrla con il nome Wassily.

3. La sedia Standard (1934)

Foto ArchiExpo

In acciaio e legno, la sedia Standard può essere considerata la progenitrice di tutte le sedie tipiche delle aule scolastiche. Progettata nel 1934 da Jean Prouvé, questa sedia ha un design che è studiato in modo da far scaricare il peso di chi è seduto sulla coppia di gambe posteriori mentre le gambe anteriori, sottili e in acciaio, suggeriscono un tocco di eleganza. Nel corso degli anni la sedia Standard è stata prodotta in molte varianti di materiali e tecniche e alcuni prototipi sono esposte nei principali musei di tutto il mondo come il Moma di NewYork.

2. La Plastic Side Chair (1950)

Foto www.vitra.com

Realizzata in plastica e fibra di vetro modellato, la sedia dei coniugi Charles e Ray Eames è stata presentata a nel 1950 a un concorso internazionale di progettazione di mobili low cost organizzato al Moma di New York. La scocca della sedia è in Zenaloy, un poliestere in fibra di vetro flessibile e durevole che ha permesso di inaugurare una produzione di serie facile e conveniente.

1. La sedia Superleggera (1957)

Foto Cassina

Ideata da Gio Ponti con la collaborazione dei figli di Amedeo Cassina, la sedia Superleggera è una vera e propria icona della storia del design oltre che un prestigioso oggetto da collezione. Nel 2017 questa sedia dal peso minimo di 1,700 grammi, ha compiuto 60 anni essendo stata ideata nel 1955 e realizzata dall'azienda Cassina nel 1957, anno a partire dal quale non ha mai smesso di venire prodotta.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI