Come scegliere l’acquario dei tuoi sogni

Guida Guida

Se hai intenzione di acquistare un acquario per creare in casa tua un angolo suggestivo ricco di pesci colorati, vegetazione, rocce, anfore e nascondigli, ecco alcuni consigli su come effettuare la scelta migliore sia per rendere indimenticabile il tuo ambiente domestico sia per salvaguardare il piccolo ecosistema che andrai ad installare.

Se hai intenzione di acquistare un acquario per creare in casa tua un angolo suggestivo, ricco di pesci colorati, vegetazione, rocce, anfore e nascondigli, ecco alcuni consigli su come effettuare la scelta migliore sia per rendere indimenticabile il tuo ambiente domestico sia per salvaguardare il piccolo ecosistema che andrai ad installare.

La prima decisione da prendere è comprendere quale sia la zona migliore dove posizionarlo: è importante che l’acquario non riceva, nell’arco della giornata e per lungo tempo, la luce diretta del sole in modo da evitare il proliferare di alghe infestanti che ti costringerebbero a pulire frequentemente il vetro frontale.

E’ fondamentale individuare una zona tranquilla se vuoi assicurare una vita pacifica ai tuoi pesci: al giorno d’oggi sono davvero molte le opzioni a disposizione per poter inserire al meglio un acquario all’interno di uno spazio già arredato.

Un luogo buio e fresco è l’ideale per accogliere l’acquario domestico e anche la stanza al buio, illuminata dalla sola presenza dell’acquario, risulterà trarre un grande vantaggio estetico.

In commercio trovi acquari di varie forme e dimensioni proprio per soddisfare ogni esigenza d’arredo, dalle vasche cubiche a quelle cilindriche, da quelle triangolari a quelle poliedriche, dagli acquari aperti, cioè senza coperchio, a quelli chiusi: a prescindere dalla forma che sceglierai, è assolutamente importante garantire il benessere e la comodità dei pesci.

In genere comunque, la scelta più utilizzata appare quella di un acquario a forma di parallelepipedo perché garantisce una buona circolazione dell’acqua, una buona filtrazione e un ottimo scambio gassoso tra aria e acqua grazie alla sua superficie superiore ampia. Inoltre, la sua disposizione in senso orizzontale favorisce un’illuminazione ottimale del fondale consentendo una crescita rigogliosa delle piante.


Erroneamente si pensa che più un acquario è piccolo e più sarà facile da gestire: in realtà più il volume dell’ecosistema è piccolo e più e facile alterare il suo equilibrio.

Infine presta particolare attenzione al tipo di supporto: l’acquario deve essere sostenuto da una struttura adeguata, scegli quindi mobili robusti, magari rivestiti di un supporto centrale, e privilegia le zone vicino ai muri portanti così che il peso dell’acquario sarà ben distribuito.

Acqua dolce o salata?

Sia che tu decida di allestire un acquario di acqua dolce, ricostruendo un habitat lacustre o fluviale, sia che scelga di montare un acquario di acqua salata, ricreando un habitat marino, fai sempre molta attenzione a mantenere in equilibrio l’ecosistema

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI