Come realizzare un portafiori sospeso in cartapesta

Guida Guida

Realizza un bellissimo portafiori in cartapesta per abbellire casa tua! Scopri come in questa guida e sostituisci il solito vaso di vetro!

Se ami abbellire le stanze di casa tua con profumati e colorati fiori recisi ma ti sei un po’ stufata del solito vaso di vetro perché non provi a creare un simpatico portafiori sospeso in cartapesta?

I cestini sospesi sono una soluzione geniale per chi, pur avendo a disposizione poco spazio, non vuole rinunciare ad un piccolo angolo verde nella propria casa.

A differenza dei basket sospesi in plastica o rete metallica, il portafiori in cartapesta, essendo molto più delicato, potrà sopportate poco peso e potrà quindi contenere solo fiori recisi, ricorda pertanto che non dovrai inserire il terriccio.

Taglia parecchie strisce di carta di giornale e lasciale in ammollo in una bacinella d’acqua per qualche minuto. Diluisci della colla vinilica con ¼ di acqua e gonfia un palloncino fino a raggiungere la dimensione desiderata.

Ricopri il palloncino con le strisce di carta bagnate, applicandole  su quasi tutta la sua superficie e spennellandole con la colla: stendi tre strati di carta alternati ad altrettanti strati di colla vinilica e, di volta in volta, lascia che ogni strato asciughi bene prima di applicare il successivo.

Puoi ripetere questa operazione due o tre volte in modo da ottenere uno strato di cartapesta abbastanza spesso. Quando il lavoro è terminato buca il palloncino con uno spillo, estrailo dall’involucro di cartapesta e rifila, con un paio di forbici, l’apertura per allargarla. A circa 3-4 cm dal bordo pratica quattro fori in cui poi farai passare la corda che ti servirà per appendere il portafiori.

Passa ora alla decorazione del tuo portafiori: ricopri l’involucro passando almeno due strati di gesso acrilico che una volta asciugato andrà pitturato secondo la tua fantasia e sensibilità con dei colori acrilici. Quindi per proteggere la decorazione stendi con un pennello oppure spruzza con lo spray della vernice trasparente.

Quando la vernice è asciutta infila nei fori praticati in precedenza la corda e fai un grosso nodo all’esterno per impedire che si sfili, in alternativa puoi usare dei cordoni per tenda colorati e dotati di frange. Unisci i quattro cordoni all’altra estremità con un tassello munito di gancio e appendi il portafiori al soffitto con una vite a pressione.

foto © pattarastock - Fotolia.com

I fiori recisi, senza acqua, dureranno pochi giorni nel rivestimento di cartapesta, pertanto puoi pensare di appoggiare sul fondo del tuo portafiori un piccolo contenitore in plastica leggera con un po’ d’acqua che si adatti perfettamente alla base dell’involucro e in cui immergere i gambi dei fiori.

 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI