Come riconoscere un mobile d’antiquariato in stile Regency

Guida Guida

I mobili d’antiquariato in stile Regency si caratterizzano per il recupero di forme e motivi che si rifanno al mondo antico e all’Oriente.

Con il termine Regency si intende lo stile inglese in voga nel periodo che va dagli ultimi anni del Settecento al 1840 circa.

Il Regency copre un arco di tempo piuttosto ampio per cui questo stile subisce diverse influenze diventando così piuttosto complesso ed eclettico.

Gli arredi del periodo traggono ispirazione dai repertori decorativi greci, etruschi, egizi e romani ma si rifanno anche al recupero degli stili del recente passato come il Barocco di Luigi XIV e il Rococò di Luigi XV.

I mobili Regency sono per lo più realizzati in legno di mogano ma non mancano quelli in pregiato legno di palissandro o in faggio arricchiti con decorazioni intarsiate con osso e madreperla e ornamenti in bronzo, rame ed ottone.

Particolarmente ricercato è il repertorio decorativo di ispirazione archeologica con motivi che rappresentano sfingi, chimere e zampe di leone o i soggetti simbolici come il bastone alato di Mercurio.

La produzione di tavoli in stile Regency è molto ricca tant’è che se ne possono trovare di diverse forme e dimensioni dalle console in mogano ai tavoli da toeletta intarsiati con l’ebano dai tavolini lastronati in radica di noce al sideboard, il tavolo da servizio in legno di rosa.

Le sedie lasciano trasparire il gusto per antichità classica o per l’oriente, infatti riportano motivi decorativi classici oppure linee squadrate che ricordano i modelli cinesi e giapponesi.

Molto famosa è la cosiddetta sedia Trafalgar con decorazioni a motivo nautico che si diffonde dopo il 1805, cioè dopo la vittoria dell’ammiraglio Nelson. Si diffonde poi anche la chaise longue, un divano che si ispira al lit de repos francese con gambe a sciabola, e schienali asimmetrici.

Probabilmente il mobile più tipico del periodo è la biblioteca, un mobile con struttura a due corpi di cui quello inferiore a sportelli o a cassetti sollevato da terra grazie a sostegni a zampa di leone o a trottola.

Foto tratta dal sito artedelrestauro.it

Data di nascita

Si considera come data convenzionale della nascita dello stile Regency il 1785, anno in cui l’architetto Henry Holland concluse i lavori di Carlton House, la residenza del futuro re Giorgio IV.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI