MINI LIVING – Breathe, a Milano la casa che respira

Notizia Notizia

Living-Breathe è la casa verticale che respira realizzata da Mini in collaborazione con gli architetti newyorkesi SO-IL per il Fuorisalone di Milano. 

MINI LIVING – Breathe, a Milano la casa che respira

E’ costituita da sei stanze, un giardino pensile di 50 metri quadrati e può ospitare fino a tre persone: si tratta di Living-Breathe, la casa verticale installata in via Tortona 32 in occasione del Salone del Mobile di Milano 2017.

Basta mattoni, legno e cemento: Living-Breathe è costruita con una membrana di tessuto traslucido teso attraverso una struttura metallica modulare e può essere facilmente spostata ovunque.

La casa dispone di una cucina al piano terra, tre camere da letto al piano superiore oltre a una zona relax e un giardino pensile sul tetto con piante che purificano l’aria: vi è anche un vano per la raccolta dell’acqua piovana che permette di riutilizzare l’acqua pulita per scopi sanitari.

L’intera struttura, a forma cilindrica, è formata da un telaio modulare in metallo, con un rivestimento esterno flessibile e trasparente.

Progettata per essere smontata e installata ovunque, Living-Breathe apre prospettive interessanti sulla vita in città: questa innovativa struttura mette in discussione il concetto di abitazione tradizionale in città e introduce un modo creativo di pensare lo spazio nell’ambiente urbano.

I due concetti chiave alla base del progetto MINI LIVING – Breathe sono appunto l’uso creativo dello spazio e il minimo ingombro: in soli 50 metri quadrati, i confini tra interno ed esterno si confondono perché le pareti tessili garantiscono luce e ariosità all'interno ma anche privacy tra gli spazi interni.

Le singole stanze sono separate da pareti in tessuto traslucido che può essere sostituito per adattarsi ai diversi microclimi: la tipologia di questo materiale consente alle persone presenti nelle camere adiacenti di avere una sensazione di connessione senza però dover rinunciare alla propria privacy.

Living-Breathe deve essere considerata una sorta di ecosistema attivo: il rivestimento esterno purifica l'ambiente interno filtrando e neutralizzando l'aria, inoltre l’intera struttura abitativa, essendo mobile e adattabile, può essere smontata e personalizzata per soddisfare una varietà di climi e per seguire i suoi abitanti ovunque desiderano

foto Repubblica Milano

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI