Come si compila un assegno

Guida Guida

Compila ogni voce dell'assegno: sai compilare correttamente un assegno bancario? Impara a farlo: è un’operazione davvero semplice e veloce. 

Saper compilare correttamente un assegno bancario è fondamentale: l’assegno è uno strumento di pagamento che fornisce al portatore un'immediata disponibilità di denaro.

L'aspetto del carnet o blocchetto di assegni cambia da una banca all’altra ma la struttura dell'assegno rimane sempre uguale quindi devi imparare a conoscerla per poter compilare un assegno senza fare errori.

Per prima cosa indica l’importo: in alto a destra scrivi la cifra da pagare sotto forma di numero, segnando i due decimali, separati da una virgola, anteponendo e posponendo alla cifra il simbolo del cancelletto (es. #250,00#).

Lo stesso importo, scritto in cifre, deve essere poi riportato in lettere nello spazio centrale: i decimali, che qui vanno separati dall’importo in lettere con una barra, devono essere scritti comunque in numeri (es. Euro novantatre /50). In mancanza di decimali, vanno aggiunti sempre due zeri sia dopo la barra che dopo la virgola.

Passa ora a inserire gli altri dati: in alto a sinistra scrivete il luogo e la data dell'emissione del vostro assegno mentre al centro dell'assegno scrivi il nome del beneficiario, così come te lo indica. In basso a sinistra devi apporre la tua firma autografa

Ricorda che la data di emissione dell'assegno, deve corrispondere alla data reale in cui l'assegno viene staccato: non sono ammesse date anticipate o posticipate altrimenti si commette reato. 

Se vuoi che l’assegno sia ritirato solo dalla persone indicata e quindi non sia trasferibile devi scrivere nell'apposito spazio "NON TRASFERIBILE". Tieni presente che questa dicitura è obbligatoria per cifre superiori ai 1.000 euro, mentre, per cifre inferiori, è facoltativa. Se poi desideri che l’assegno sia ritirato solo presso la tua banca barralo tirando due linee oblique e parallele su tutta la superficie.

Foto © NAN - Fotolia.com

Matrice dell’assegno

Sulla matrice, da cui si stacca l'assegno devi scrivere sempre: l'importo del saldo precedente del c/c bancario, l'importo dell'operazione effettuata staccando l'assegno, la data, il nome del beneficiario e la motivazione
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI