730 precompilato: le novità 2016

Guida Guida

Dal 15 aprile l'Agenzia delle Entrate mette online il 730 precompilato: ecco le novità di quest’anno e quali sono le categorie di contribuenti interessate. 

Per cercare di agevolare i contribuenti anche quest’anno l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione il 730 precompilato e offrirà inoltre anche il modello Unico precompilato: ai 20 milioni di pensionati e lavoratori dipendenti, si aggiungeranno dunque anche i 10 milioni di contribuenti che usano il modello Unico.

Le categorie di contribuenti interessate al 730 precompilato sono i lavoratori dipendenti e i pensionati e chi riceve un’indennità sostitutiva da lavoro dipendente

Possono inoltre usufruirne i lavoratori con contratto a tempo indeterminato, a patto che il rapporto di lavoro duri almeno da aprile a luglio 2016 e i lavoratori con contratti di collaborazione coordinata e continuativa che durino almeno da giugno a luglio 2016.

Invece i lavoratori autonomi, come le partite IVA, e chi ha redditi d’impresa, devono presentare il modello Unico.

Dal 15 aprile si potrà dunque accedere ad una specifica area nel sito dell’Agenzia delle Entrate da cui scaricare il modulo precompilato

Per accedere basterà inserire il proprio PIN e la password, richiesti sul sito Fisconline utilizzando la propria Carta Nazionale dei Servizi o ottenuti negli uffici dell’Agenzia delle Entrate o telefonando al numero a tariffa urbana 848.800.444. Da quest’anno si può accedere all’area anche utilizzando lo SPID, o “PIN unico”, il Sistema pubblico di identità digitale.

Una volta entrati appare una schermata con le opzioni da scegliere: visualizzare, modificare e accettare il documento

Il 730 precompilato accettato deve poi essere trasmesso al Fisco dal 2 maggio al 7 luglio. Come? Inviandolo dal computer o delegando un Caf o un professionista o il sostituto d’imposta che presta assistenza fiscale.

Anche il modello Unico precompilato può essere modificato o integrato e, una volta accettato, va spedito tra il 2 maggio e il 30 settembre.

L’altra novità di quest’anno per i moduli precompilati consiste nell’inclusione delle spese mediche e farmaceutiche, ad eccezione per i farmaci da banco, rendendo così il 730 e l’Unico precompilati più completi, opportunità che l’anno scorso non era contemplata.

 Foto @www.starserviziitalia.com

Informazioni aggiuntive

Oltre alle spese mediche nella documentazione precompilata (730 e Unico) di quest’anno saranno comprese anche le spese  universitarie, quelle per funerali, le somme versate per la previdenza complementare e la prima rata del bonus per i lavori in casa e per il risparmio energetico.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI