Come inviare e ricevere soldi all'estero e dall'estero

Guida Guida

Devi spedire soldi all’estero e non sai come procedere? Ecco i modi che hai disposizione per recapitare o per ricevere denaro. 

Vivi all’estero e vuoi mandare dei contanti a casa, nel tuo paese di origine? Oppure ti trovi in un altro paese e hai bisogno che ti venga inviato denaro contante? Per farlo hai a disposizione molti modi, ognuno con tempi, costi dei e rischi differenti.

I soldi si possono inviare tramite canali informali e formali: nel primo caso si tratta di metodi che non comportano operatori o strumenti sottoposti a controllo da parte delle autorità, nel secondo caso si tratta di metodi che usano operatori o strumenti regolati dalla legge e controllati da un’autorità.

Tra i canali formali sono contemplati le Banche, Poste Italiane, gli Istituti di pagamento e gli Operatori di Money Transfer (MTO).

Attualmente nel nostro paese Italia operano 55 Money Transfer, registrati in un apposito registro della Banca d’Italia e consultabile anche on-line.

I canali informali, che consistono per lo più nell’affidare il denaro a conoscenti o a intermediari, sono ancora molto usati perché costano poco ma comportano un alto rischio: può capitare che i soldi non arrivino a destinazione o arrivino in grande ritardo o con un importo ridotto.

Durante il tragitto qualcosa può andare storto, ad esempio può verificarsi un furto oppure, alla frontiera, la polizia può sequestrare il denaro perché insospettita da una somma di contanti alta.

Rispetto i canali informali quelli formali garantiscono un servizio di trasporto sicuro del denaro in cambio di un costo maggiore che, però, ultimamente si sta abbassando di molto vista la concorrenza tra i vari operatori.

Una volta scelto il canale formale con cui intendi inviare il denaro devi scegliere uno dei metodi che l’operatorie ti offre: puoi ad esempio scegliere l’opzione Cash to cash, ovvero dare e ricevere contanti oppure l’opzione Cash to prepaid-card versando contante su una carta prepagata.

Altri metodi contemplano l’apertura di un conto corrente (Account to cash, Account top re-paid-card, Account to account) su cui versare contanti o fare bonifici.

Foto © ptnphotof - Fotolia.com

Istituti di pagamento

Tra gli istituti di pagamento che possono offrire servizi di pagamento, come l’invio delle rimesse, ci sono anche le compagnie telefoniche e le grandi catene commerciali di supermercati che hanno ottenuto un’autorizzazione specifica dalla Banca d’Italia.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI