Come chiedere l’assegno sociale

Guida Guida

Anche nel 2016 è previsto l’assegno sociale per chi è in difficoltà economica: ecco come si deve procedere per richiederlo. 

L’assegno sociale è una prestazione assistenziale prevista per le persone che hanno un reddito basso: non si basa sui contributi versati come accade per le altre pensioni.

Anche quest’anno, se si hanno i requisiti, si può richiedere l’assegno sociale e ottenere una cifra di 485 euro al mese.

Per ottenere questa provvidenza economica occorre presentare la domanda all’ INPS o con modalità telematica e cioè andando sul sito ufficiale www.inps.it o telefonando al contact center al numero 803164 (se si chiama da rete fissa) o al numero 06164164 (se si chiama da telefono cellulare).

In alternativa ci si può rivolgere ai Patronati, ai Caf o ai liberi professionisti.

Oltre alla domanda per l’ottenimento dell’assegno sociale, il cittadino deve presentare: 

  • L’autocertificazione dei dati personali
  • La dichiarazione della situazione reddituale
  • Una dichiarazione di responsabilità per un eventuale ricovero con retta a carico dello Stato

Per poter beneficiare dell’assegno sociale occorre avere determinati requisiti come:

  • la cittadinanza italiana o la cittadinanza di un Paese membro dell’UE. Nel caso di extracomunitari occorre essere in possesso del permesso di soggiorno CE
  • la residenza in Italia
  • il fatto di soggiornare in maniera continuativa in Italia da almeno 10 anni
  • avere un’età pari o superiore a 67 anni e 7 mesi

Per l’ottenimento dell’assegno sociale occorrono rispettare anche limiti reddituali, ovvero essere privi di reddito o avere un reddito inferiore ai limiti stabiliti.

L’intero importo dell’assegno sociale viene concesso solo ed esclusivamente nel caso in cui la persona che presenta la domanda è completamente privo di reddito: se così non fosse, l’importo viene calcolato togliendo dall’importo annuo dell’assegno sociale il reddito percepito.

Per il 2016, se il beneficiario dell’assegno sociale è sposato, l’importo del reddito non deve superare il doppio dell’importo annuo dell’assegno sociale e cioè 11.649,82 euro. Se invece il beneficiario non è sposato, il reddito annuo non deve superare l’importo annuo dell’assegno sociale che è di 5.824,91 euro.

Foto www.investireoggi.it

In caso di decesso

In caso di morte del beneficiario l’assegno sociale non viene erogato a favore del coniuge superstite o dei figli in quanto non si tratta di una pensione da lavoro.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI