Orchidee: le specie più belle

Guida Guida

Pianta esotica e raffinata, l’orchidea comprende moltissime specie: scopriamo alcune delle più belle e interessanti. 

L'orchidea è tra le piante da fiore una delle più amate: elegante e raffinata, questa pianta perenne, se trattata con le giuste cure, è in grado di fiorire una stagione dopo l’altra.

Esistono molte specie di orchidee, basta pensare che in Italia ne crescono spontaneamente 29 generi, per circa 189 tra specie e sottospecie.

Alcune specie sono più facili da coltivare rispetto ad altre che richiedono invece maggiori attenzioni, vediamo quali sono le orchidee più belle

Tra le orchidee più conosciute vi è certamente la Phalenopsis, un'orchidea molto diffusa, che non manca quasi mai nelle vetrine dei fioristi e nei vivai. Quest’orchidea è caratterizzata da foglie grandi e carnose che possono raggiungere anche la lunghezza di 50 cm e fiori di dimensioni medio-grandi.

Una delle specie più rare è invece la Dendrobium che comprende al suo interno più di 900 sottospecie. Dato l’elevato numero di ibridazioni esistono esemplari unici e la morfologia varia molto da una pianta all’altra: alcune hanno fiori piccoli, altre fiori grandi, altre ancora foglie singole e via dicendo.

Un’orchidea piuttosto facile da coltivare è la Cymbidium, caratterizzata da foglie sempreverdi, lunghe e sottili e infiorescenze a spiga da cui sbocciano bellissimi e coloratissimi fiori.

Una specie invece piuttosto difficile da coltivare è la Brassia, un’orchidea di dimensioni importanti caratterizzata da numerosi fiori profumati, tendenti al verde-giallo, e dalla particolare forma che ricorda un ragno.

Un’altra orchidea che fa fiori molto grossi è la Paphiopedilum, costituita di un solo fiore, di grandi dimensioni e dalla forma panciuta, eretto in cima ad un unico stelo con foglie coriacee e screziate.

La Vanda è invece una piante con fiori piccoli viola scuro e dall’intenso profumo: se opportunamente coltivata può regalare anche quattro fioriture all'anno.

Infine vale la pena ricordare la Dracula una strana orchidea dai fiori spettacolari in cui molte persone intravedono il muso di una scimmia.

Nella foto: un’orchidea Dracula (credit www.zingarate.com)

Piante epifite

Le orchidee possono adattarsi ad ogni genere di habitat tranne ovviamente i deserti e i ghiacciai: le specie tropicali crescono per lo più sui tronchi degli alberi o sulle rocce e per tale motivo sono considerate piante epifite.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI