Ortoterapia: la salute vien… “zappando”!

Guida Guida

Coltivare un orto può diventare una vera e propria terapia medica. Ecco come l’ortoterapia può aiutare a superare ansia e stress e migliorare la salute fisica e mentale.

Coltivare una pianta è un po’ come coltivare se stessi. Preoccuparsi di innaffiare ogni giorno, sporcarsi le mani di terra, toccare le foglie più belle e staccare quelle secche, gioire di tutti i piccoli cambiamenti che si osservano giorno dopo giorno. Sono tutte attività che favoriscono il senso di responsabilità, sollecitano l’attività motoria, aiutano a superare la sensazione di essere inutili.

Per questo motivo l’orticoltura è ben lontana dall’essere un semplice passatempo. O una tendenza passeggera. Sono diverse le ricerche scientifiche che hanno dimostrato che può rappresentare una vera e propria cura per le malattie da stress, o anche per patologie più gravi, come disabilità o Alzheimer.

Così come nella pet therapy si lavora con gli animali, nella terapia orticolturale o ortoterapia - conosciuta in tutto il mondo come Horticultural Therapy - si ha a che fare con un materiale altrettanto “vivo”: le piante.

Attraverso piccoli gesti quotidiani come zappare, piantare, innaffiare, potare, si eliminano tutte le fonti di ansia e stress e ci si sente in armonia con la natura

Il susseguirsi delle stagioni rafforza il senso del tempo. Così come la localizzazione fisica delle colture, in un luogo che continuiamo a mappare e rimappare nella mente, rafforza il senso dello spazio.

Quali sono gli strumenti indispensabili per coltivare un orto? Una zappa per tagliare e spianare le zolle, una vanga per rivoltarle, un rastrello per livellare il terreno e coprire le sementi, un annaffiatoio per dare acqua alle piante e una pratica carriola per il trasporto di terra o terriccio, di piante o legna, aiutante prezioso e infaticabile per i lavori in giardino. Noi vi consigliamo come alternativa alla classica carriola un modello in rattan dalla forma quadrangolare, come la carriola Kart che, capiente e leggera, si presta a molteplici utilizzi: dalla pulizia del prato da foglie o detriti al carrello portalegna.

Le colture più adatte a questa attività? Le piante consigliate in ortoterapia sono in genere le piante da fiore e quelle aromatiche, perché stimolano rispettivamente la vista e l’olfatto. Mentre le piante con fogliame villoso, come salvia o borragine, stimolano il senso del tatto.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI