Come coltivare l'alchemilla

Guida Guida

Cercate una pianta resistente alle basse temperature di questo periodo, ideale se vivete in montagna? Eccola, l'Alchemilla! Per voi, alcuni consigli per coltivarla al meglio.

Ormai le basse temperature la fanno da padrone, quindi, in questa guida parleremo di una pianta resistente e perenne, molto sviluppata nelle zone montane. Come coltivare l'alchemilla ed i suoi particolari fiori a stella? Ecco qualche consiglio.

Questa pianta si coltiva all'aperto, sia in giardini rocciosi che in aiuole: la messa a dimora va fatta solitamente in autunno. L'alternativa è fine inverno quindi intorno alla fine di febbraio inizio marzo, ma solo se le temperature si sono alzate sufficientemente. Importante il drenaggio, che deve essere caratteristica del terreno. La distanza tra le piante deve essere circa di 30 centimetri l'una dall'altra.

Come detto, questi fiori sono resistenti alle basse temperature, di conseguneza non amano quelle alte, che non devono mai salire sopra i 25, 30 gradi. Anche per questo è necessario tenere la pianta in zona semi ombreggiate, evitando una forte esposizione solare.

E' fondamentale che il terreno non sia caratterizzato da ristagni, nonostante l'annaffiatura che deve essere regolare e costante: al contrario, si possono sviluppare marciumi radicali. Se dovesse capire, smettete immediatamente di irrigare il terreno.

Quando le piante sono sufficientemente grandi, mettetele in vasetti con terreno ben concimato, successivamente, come detto, rimettetele a dimora in autunno o fine inverno.

La coltivazione di questi fiori, come vedete, è molto semplice e vi darà grandi soddisfazioni, buon lavoro!

In primavera

Comprate queste piante in primavera!

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI