Come coltivare lo stachys

Guida Guida

Tante belle spighe colorate per un fiore particolare ma facile da curare: lo stachys! Ecco come coltivarlo.

Il genere Stachys comprende centinaia di specie, quelle più comuni sono perenni ed hanno fiori raccolti in spighe e di colore rosa acceso, della grandezza di minimo 15 centimetri e massimo 60 (la dimensione varia molto da specie a specie). Ecco alcuni consigli su come coltivare lo stachys.

Queste piante si coltivano in piena terra per bordure o aiuole e necessitano di un terreno particolarmente fertile, concimato con sostanza organica ben matura. La distanza tra le piante (anche se varia in base alle dimensioni), deve essere di minimo venti e massimo quaranta centimetri.

In primavera ed estate, è necessario, ogni due o tre settimane, aggiungere all'acqua utilizzata per irrigare (sempre in buona quantità), un piccola dose di concime. D'autunno, è importante, invece, tagliare i fusti rasoterra.

Le stachys vivono meglio in una zona di mezz'ombra, in modo che non vengano troppo sollecitate, ma possono sopportare anche il pieno sole se in una zona arieggiata.

Zone arieggiate e ventose, che vanno invece escluse se sono caratterizzate da inverni con temperature molto basse. La resistenza al freddo c'è, ma è meglio piantare il tutto in zone miti.

Le spighe sfiorite e le foglie ingiallite e danneggiate, vanno sempre tolte, inoltre, bisogna fare attenzione ad un fungo molto aggressivo che si sviluppa in regime di umidità forte e provoca marciume delle foglie. Da non dimenticare anche le larve. Trattamenti con fungicidi ed insetticidi sono da tenere presenti.

Buon lavoro!

Aiuto

Chiedi in serra o al fiorista la specie di pianta più adatta al clima della zona in cui vivi

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI