Come coltivare la Kerria Japonica

Guida Guida

La primavera è in arrivo, tutti a curare il nostro giardino! In questa guida, tocca alla kerria japonica.  

La kerria japonica, arbusto da fiore  con folti e lunghi rami sottili, infarciti da fiori gialli/arancio e foglie a margine seghettato, sboccia in aprile maggio quindi ci siamo quasi.

In questa guida vedremo, in maniera semplice ma fruttuosa, come coltivare la kerria japonica nel nostro giardino.

Questa pianta può essere coltivata sia in esemplari isolati, sia in piccoli gruppi, dipende dallo spazio a disposizione.
Vista la sua capacità di svilupparsi molto e resistere all'inquinamento, è spesso utilizzata nei parchi pubblici.

Va piantata tra ottobre e marzo, a seconda del clima, più freddo fa nella vostra zona, prima è meglio piantarla. Non ci sono problemi di terreno, la grande ressitenza della kerria permette la coltivazione in zone sciolte, argillose o calcaree.

Il sole è molto importante: le posizioni in pieno sole o al massimo parzialmente ombreggiate sono ideali per la coltivazione di questa pianta.

Non tenetela troppo in balia delle gelate invernali, soprattutto se prolungate, possono danneggiarla se non ucciderla. Metterla contro un muro esposto al sole, così che sia anche solo parzialmente riparata, è la soluzione migliore.

Bagnate questa pianta solo quando molto giovane e dopo la messa a dimora: così avrà modo di crescere forte. Ovviamente, durante periodi di particolare siccità, l'annaffiatura, anche se non abbondante, è necessaria.

Per quelle piantate in vaso, un pò d'acqua è utile, unita a terriccio fertile con torba e sabbia.

Attenzione ai funghi che possono portare ad un essiccamento dei rami ed a macchie: le parti colpite vanno eliminate subito.

Buon lavoro!
 

In buono stato

Controllate il buono stato di fiori e foglie, non è fondamentale la dimensione al momento dell'acquisto.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI