Come coltivare il tè

Guida Guida

Ecco alcuni consigli per la coltivazione del tè  

Chi non ama il tè? Una delle bevande più fruite ed amate in assoluto, vero e proprio rito in Inghilterra, e, nella sua versione fredda, ottimo compendio per dissetarsi d'estate. In questa guida vedremo come coltivare il tè!

Partiamo dai semi, che possiamo facilmente trovare nei vivai a costi contenuti, poi occupiamoci del terreno, passo fondamentale. La terra deve essere ad adatta all'acidità della pianta, sia che la mettere a dimora in vaso o in giardino.

Nessun estremo metereologico!


La pianta di tè non ha una resistenza particolare agli estremi della temperatura, quindi cercate di mantenerla in zone temperate e miti, evitando il sole nei giorni troppo caldi e soprattutto le gelate invernali.

Nei primi 60-70 giorni, bagnate abbondantemente il terreno (ben drenato), la pianta, infatti, che necessita di un buon grado di umidità, ma senza arrivare al ristagno, molto pericoloso.

La velocità di sviluppo è una delle caratteristiche del tè, le piantine possono arrivare anche a più di due metri in due mesi.

Durante  il periodo di fioritura, togliete i rami spogli e secchi, accrescendo la forza degli altri, che avranno più nutrimento per crescere.

Raccogliete le foglie mature (si fa ogni anno) e mettetele ad essiccare al sole per circa un giornata intera o poco meno (dipende dall'intensità del sole). Una volta secche, potete utilizzarle come infuso, per un delizioso tè...fai da te!

Parassiti

Attenzione ai parassiti, possono rovinare il tuo tè delle 17!
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI