Come coltivare un acero

Guida Guida

Uno degli arbusti più amati e diffusi nei nostri giardini: ecco come coltivare e curare a dovere l'acero.  

Ci sono alcune varietà, infatti possono essere molto grandi o nani, in ogni caso, gli aceri, sono piante molto amate e spesso ornano i nostri giardini. In questa guida vedremo come coltivare un acero al meglio, curandolo a dovere e donandogli il massimo della lucentezza. Ecco qualche consiglio.

Il terreno deve essere fertile per tutte le varietà di specie, con una buona freschezza e parecchio spazio per le radici, che si sviluppano ampiamente. E' utile aggiungere un pò di argilla al terreno, evitando la sabbia.

Mettete l'acero a mezz'ombra, il sole diretto può essere fastidioso (sono comunque resistenti), soprattutto se la zona non vede un passaggio d'aria (sempre moderata, attenzione quindi ai venti freddi che si presentano d'inverno e autunno) e non è, almeno moderatamente, umida.

E' importante che il terreno sia caratterizzato da una buona capacità di drenaggio. L'acero non teme temperature basse, quelle troppo alte e la siccità, invece, possono portare ad accartocciamento delle foglie e disseccamenti, per evitarlo, bagnate la pianta in abbondanza.

Attenzione alla carenza di ferro che può colpire la pianta: vedrete delle macchie gialle da combattere con prodotti liquidi o in polvere ricchi di ferro.

Occhio anche ad afidi e cocciniglie, sono pericolose e provocano l'indebolimento delle foglie: combattetele con prodotti adatti.

In vaso

Se le coltivate in vaso, sceglietene da principio uno grande abbastanza da contenere la pianta comodamente.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI