Come coltivare una pianta di Adiantum

Guida Guida

Ecco alcuni consigli pratici per la coltivazione dell'Adiantum  

Se la parola Adiantum non vi dice niente, la protagonista della nostra guida, si conosce anche come capelvenere: verdissima pianta ornamentale della famiglia delle felci. Ecco come coltivare una pianta di Adiantum.

Primo passo è la scelta del vaso, che deve essere sufficientemente ampio da contenere lo sviluppo delle radici (dai 20 centimetri in su): il contenuto deve essere terriccio per almeno la metà, poi va messa a dimora la pianta, ed infine ancora un pò di terriccio; la base va fatta con un pò di argilla espansa.

A questo punto, bagnate leggermente la terra, facendo attenzione a non coinvolgere le foglie, molto belle ma delicate.

L'adiantum va posizionata in una zona illuminata ma attenzione al pieno sole: non esponetela ai raggi diretti, piuttosto mettetela a mezz'ombra e sempre lontana da fonti di calore.

E' necessario che la stanza in cui la posizionate sia arieggiata e non troppo calda, infatti questa pianta sopporta il caldo ma solo entro certe temperature.

Bagnate spesso il terriccio nei mesi più caldi, così che sia sempre fresco, man mano che le temperature scendono, diminuite quantità e frequenza. Attenzione ai ristagni d'acqua, sono molto pericolosi e vanno assolutamente evitati: togliete quindi l'acqua in più se si presenta.

Buon lavoro!
 

Le foglie

Ricorda di non bagnare mai le foglie, appassiscono molto facilmente, quindi utilizza tutta la tua attenzione durante l'irrigazione.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI