Come coltivare lo scalogno

Guida Guida

Usatissimo a tavola e molto semplice da coltivare: lo scalogno non può mancare in una cucina che si rispetti! Ecco come coltivarlo  

Per un orto come si deve, una bella pianta di scalogno è fondamentale: molto usato in cucina per i soffritti e non solo, questo ortaggio ha una coltivazione semplice ma può dare grandi soddisfazioni. In questa guida vediamo come coltivare lo scalogno seguendo alcuni accorgimenti immediati.

Prima di tutto, procuratevi i bulbi - li trovate un po' ovunque in commercio - poi disponeteli sul vostro terreno facendo delle file, posizionandoli a circa 20 centimetri di distanza l'uno dall'altro.

Il terreno deve essere umido e ricco di concimi minerali, inoltre, è importante che sia a mezz'ombra e non con i raggi del sole diretti su di esso.

E' decisamente utile porre della paglia tra una pianta e l'altra, in modo che lo sviluppo di erbacce sia evitato o comunque minimo: queste, infatti, possono compromettere la crescita sana dello scalogno.

Nei mesi più caldi, bagna il terreno con regolarità ma non troppo frequentemente, e soprattutto, evita i ristagni, molto pericolosi.

In estate (al massimo a luglio, ma dipende dalle condizioni climatiche), cominciate a raccogliere la pianta e posizionate i mazzi in un luogo fresco ed ariegggiato: potrete ora consumarla come meglio preferite!

Buon appetito!
 

© majaan - Fotolia.com
 

Averlo sempre

Cercate di avere sempre un po' di scalogno in casa, può essere utile in qualsiasi momento!
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI