Come piantare il pesco

Guida Guida

Fiori colorati e frutti buonissimi? E' il pesco l'albero che fa per voi e per il vostro giardino: vediamo come piantarlo seguendo alcuni consigli  

Un giardino (abbastanza spazioso)  che si rispetti non può non avere una pianta di pesche: bella da vedere, con fiori profumati e frutti deliziosi, questa pianta vi darà molta soddisfazione se curata a dovere. Vediamo, in questa guida, come piantare il pesco, seguendo alcuni accorgimenti.

Come detto, la pianta diventa abbastanza grande, quindi è necessario spazio ed un clima fondamentalmente mite per permettere lo sviluppo dei fiori bianchi o rosa, che sbocciano prima delle foglie (e dei frutti): la maturazione avviene a maggio.

La coltivazione attraverso il seme non è semplice e spesso compromette la qualità del frutto, al contrario, quella con innesto è più semplice e soddisfacente (la coltivazione avviene un anno dopo l'innesto).

Come detto precedentemente, il clima è molto importante: picchi di caldo o gelate sono molto pericolosi per lo sviluppo del pesco, per questo è consigliata la coltivazione in un zona mite, con una buona circolazione d'aria.

Passiamo al terreno: questo deve essere soffice e umido, per questo dovrete bagnarlo con costanza soprattutto nei giorni più caldi, evitando, però, i ristagni d'acqua, pericolosi per una corretta crescita (aiutata da fertilizzanti con sali minerali).

Attenzione ai malanni che potrebbero colpire al pianta, soprattutto i funghi che colpiscono le foglie danneggiando tutto l'albero. Usate prodotti adeguati per debellare questi parassiti e non avrete più problemi.

Buon lavoro e buon appetito!
 

© leekris - Fotolia.com
 

Ragni

Spesso le piante di pesco ospitano un buon numero di ragni, se non li amate, mettete dei guanti durante la raccolta.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI