Come piantare e coltivare l'albicocco

Guida Guida

Albicocche a portata di mano? Piantiamo insiame l'albicocco per avere, negli anni, frutta sempre fresca e genuina!

La stagione delle albicocche è giunta, e chi ama questo frutto, non può che esserne felice. Come coltivare, però, un pianta di albicocche? Facente parte delle famiglia delle rosacee, la pianta da cui nasce questo delizioso frutto, ovvero l’albicocco,  è facilmente coltivabile, anche se va curata con una certa attenzione, soprattutto legata allo spazio utile per farla crescere sana.

I consigli per far crescere un albicocco sano sono pochi ma mirati!

E’ molto importante che al momento della semina dell’albicocco, il terreno scelto (di medio impasto e non troppo umido) sia di dimensioni ampie per far sì che la propagazione dei semi abbia uno sviluppo positivo.

Come dicevamo, i mesi di massima fioritura, in cui il frutto è numerosissimo, sono aprile, maggio e giugno, soprattutto quando la temperatura si stabilizza su un certo standard: infatti la pianta soffre particolarmente gli sbalzi di gradi. Precedentemente vedremo i bellissimi fiori bianchi o rosa.

Durante la coltivazione, è importante irrigare molto (fino alla raccolta): questa pianta necessita di un quantitativo di acqua elevato per far crescere i suoi frutti al meglio, che non disdegnano anche somministrazioni di vitamine.

E’ inoltre necessario potare la pianta per far sviluppare meglio i rami più produttivi: tagliamo in questo caso circa la metà delle gemme in fiore ed i rami più interni.

La raccolta è molto semplice: puoi effettuarla direttamente a mano, armato di pazienza ed un cestino capiente. Ricorda di non lanciare i frutti nella cesta ma cerca di adagiarli il più possibile, in modo che non vengano danneggiati.

Durante la raccolta, occhio a piccoli ragni ed insetti vari, se ti danno particolarmente fastidio, metti dei guanti o le maniche lunghe, ma se puoi, non ucciderli!

Buon lavoro e buon appetito!

Photocredit: © mickyso - Fotolia.com
 

 

 

Fate la marmellata

Recupera i frutti rotti o caduti dalla pianta e fanne tante buonissime marmellate: non si butta via nulla!

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI