Come contrastare funghi e parassiti delle rose

Guida Guida

Per avere rose e fiori da sogno impara ad affrontare e sconfiggere con successo le malattie causate da funghi e parassiti. 

Avere delle rose perfette non è così facile e scontato come si potrebbe pensare: occorre una cura costante fatta di annaffiature costanti, potature corrette e interventi antiparassitari ad hoc.

Spesso le rose, soprattutto quelle coltivate o ibridate, sono molto sensibili alle avversità ambientali cosicché risultano vittima di attacchi da parte di parassiti e funghi mentre quelle più antiche o selvatiche sono più robuste.

Se non combattute per tempo le malattie causate da funghi o parassiti possono portare alla morte della rosa per cui è necessario intervenire con solerzia.

Tra i danni dovuti a funghi e muffe sicuramente la ticchiolatura è la più conosciuta: si manifesta sulle foglie con macchie tonde di colore marrone-nero che portano prima all’ingiallimento e poi alla caduta definitiva della foglia.

Un’altra malattia che colpisce le rose è l’oidio o mal bianco che si presenta come una muffa bianca-grigiastra feltrosa sulle foglie, gli steli e i boccioli facendoli seccare: si sviluppa al di sopra dei 20 gradi e in presenza di una forte umidità.

Spesso le rosa possono anche essere colpite da ruggine e deperiscono lentamente: sulla parte inferiore delle foglie compaiono pustole bruno-giallastre che emettono una polverina.

In questi i casi per salvare la rosa occorre somministrare alla pianta un prodotto specifico a base di dodina.

Altre malattie come il marciume basale o del colletto o il cancro dei rami si sviluppano a seguito di situazioni climatiche umide o piovose colpendo soprattutto le rose con carenze nutrizionali.

Le rose sono poi facilmente aggredite da parassiti ed insetti in grado di succhiare la linfa e far deperire la pianta come cocciniglie e cicaline, sorta di farfalline succhiatrici. Tra gli insetti più comuni che attaccano le parti tenere della rosa come i boccioli e le giovani figlie ci sono certamente gli afidi anche noti come pidocchi: si contrastano somministrando alla pianta verderame unito a prodotti a base di imidacloprid.

A volte poi le rose vengono attaccate da bruchi di lepidotteri che divorano le foglie fino a farle cadere completamente e da cetonie e potosie, esemplari molto grandi di coleotteri, che rovinano le corolle: nel primo caso occorre trattare la pianta con prodotti a base di deltametrina mentre nel secondo caso vanno asportati manualmente.

Tieni poi presente che per crescere e fiorire in modo sano le rose hanno bisogno di un terreno neutro, fertilizzato e ben drenato: spesso il motivo per cui vengono colpite da malattie dipende dal fatto che il terreno è in pessime condizioni per cui presta attenzione anche a questa componente fondamentale.

Foto © vannamoro - Fotolia.com

Fattori ambientali e malattie

Tra le cause ambientali che danneggiano le rose spesso vi sono una scarsa luminosità, l'inquinamento atmosferico e gli stress termici

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI