Come coltivare l’albero di banano

Guida Guida

Alberi esotici dalle foglie giganti e maestose, i banani posso essere coltivanti anche al Nord, addirittura su un terrazzo: scopri come fare.

Il banano è una pianta antica di origini indiane che può essere coltivata anche a puro scopo ornamentale.

Da qualche anno a questa parte se ne sta riscoprendo la bellezza per via delle foglie giganti e dei fiori dai colori intensi: in Italia i banani andavano molto di moda sul finire dell’Ottocento e venivano impiegati soprattutto per dare un tocco esotico ai giardini delle ville lombarde.

Contrariamente a quanto si può pensare i banani possono esser coltivati su terrazzi del nord Italia nonostante gli inverni rigidi e possono addirittura crescere bene in vaso.

Il clima ideale dove coltivare il banano resta comunque quello caldo umido, con una temperatura costante che si aggira tra i 28 e i 30 °C , tuttavia vi sono specie rustiche che resistono all’aperto anche nei climi temperati dove però non fruttificano: ne sono un esempio la Musa acuminata Cavendish che resiste ai 10 °C o la Musa basjoo che può sopportare anche i -2°C.

La pianta di banano va interrata in un suolo molto permeabile e sempre fresco, in una zona soleggiata o a mezz’ombra, ma soprattutto va tenuta al riparo dal vento.

Per la coltivazione in vaso si consiglia di usare contenitori del diametro di almeno mezzo metro e di scegliere le specie Musa velutina o Musa coccinea.

Per superare meglio i climi freddi è consigliabile eseguire la pacciamatura in autunno coprendo la base della pianta con foglie, erba tagliata e altro materiale come trucioli di legno e cortecce.

I banani da frutto hanno bisogno di una concimazione differente rispetto a quelli coltivati a puro scopo ornamentale, in particolare, serve un concime ricco di azoto e potassio da distribuire in fase di ripresa vegetativa, in primavera, in fase di fioritura e poi un paio di volte durante l’estate.

Invece per i banani ornamentali è sufficiente concimare un paio di volte a partire dalla ripresa vegetativa sino a fine estate

Se desideri moltiplicare una specie in particolare di banano puoi farlo tramite polloni o per seme. La moltiplicazione per polloni va eseguita in primavera: devi scavare il terreno attorno alla pianta di banano e, senza danneggiare le radici, staccare i polloni con un seghetto disinfettato e poi piantarli in vaso.

Cerca di scegliere polloni alti almeno dieci cm perché più sono piccoli e più attecchiscono meglio: una volta raggiunto il metro e mezzo di altezza li potrai mettere a dimora ma dovrai attendere almeno un paio di anni per vederli fiorire.

Foto © africa - Fotolia.com

Quanto irrigare?

Bagna il banano di frequente per mantenere il terreno sempre fresco e umido. 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI