Come coltivare il prezzemolo

Guida Guida

Per tutto il mese di settembre è possibile seminare il prezzemolo, che potrai raccogliere la primavera successiva. 

Il prezzemolo, pianta aromatica e ornamentale, originaria dell’Africa settentrionale e dell’Asia Minore, è un’erbacea biennale che predilige climi temperati e terreni freschi, fertili e non troppo compatti.

Per tutto il mese di settembre (e nelle zone più calde del sud Italia anche per tutto ottobre) è possibile seminarlo in orto o in vaso.

Le semine autunnali del prezzemolo necessitano di un’adeguata copertura invernale poiché questa pianta sopporta solo per brevi periodi il freddo invernale. Invece le semine effettuate nel periodo tra gennaio e febbraio, necessitano di una posizione soleggiata e riparata dal vento.

Poiché i semi di prezzemolo germinano molto lentamente conviene tenerli in ammollo per un giorno intero in acqua prima di metterli a dimora e poi mantenere il terreno di semina sempre umido.

Un buon metodo per garantire una costante e regolare umidità consiste nello stendere un telo di iuta e poi innaffiare attraverso esso i semi.

Per avere cespi di prezzemolo sani e rigogliosi occorre concimare il terreno con stallatico e prodotti a base di azoto.

Prima della semina è molto utile anche lavorare in profondità il terreno con una vanga in modo da creare un substrato soffice e rastrellare lo strato superficiale.

Quindi si inumidisce il terreno e si gettano i semi in modo sparpagliato oppure a file distanti tra loro di almeno 15 cm: si procede poi a ricoprire i semi con un leggero strato di terriccio che va compresso con una pala o a mano.

La raccolta sarà possibile a partire dalla primavera successiva e si effettua tagliando i gambi a due o tre cm dal suolo partendo dai gambi esterni oppure raccogliendo tutto il cespo in un mano ed effettuando il taglio con l’altra.

Foto © DyMax - Fotolia.com

Pianta aromatica biennale

Se cimerai spesso il prezzemolo, cioè taglierai la punta delle piantine senza lasciarle fiorire, potrai mantenerla per molti anni e non solo per due come avviene di solito.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI