Come riconoscere le malattie delle piante

Guida Guida

Un parassita ha attaccato le tue piante? Impara a riconoscerlo e rimediare in maniera adeguata

Le piante del nostro giardino possono ammalarsi senza che noi capiamo di che si tratti o come rimediare.

Vediamo allora come riconoscere le malattie delle piante, precisamente i parassiti fungini, e i vari metodi per sconfiggerle.

Ci sono alcuni sintomi che potrete notare sulla vostra pianta, che si differenziano tra loro a seconda del parassita che l'ha colpita.

Se vedete appassimento, marciumi molli del colletto, radici tendenzialmente marce e molli oppure secche, i parassiti saranno dell’apparato radicale. Per rimediare a queste, dovete controllare le annaffiature e trattare la pianta con Benomil e Thiram (o prodotti simili, chiedete ad un esperto in questo caso).

Se i sintomi, invece, sono macchie grigio scuro che diventano necrotiche, i parassiti sono antracnosi e septoriosi. In questo caso è utile utilizzare, ancora il Thiram o fungicidi a base di rame e zinco.

Parassiti che portano a macchie rossastre e gommose su frutti e rami: sono i coryneum e si curano con del Carbendazim.

Se trovate della polvere biancastra sulle foglie e sui fiori, probabilmente la pianta soffre di Mal bianco, curabile con solfuro di zolfo greggio o con zolfo bagnabile.

Se le macchie sono brune e ricoprono un feltro grigiastro, potrebbe essere il parassita botryis, curabile con antibotritici, e con una diminuzione dell’umidità a cui è sottoposta la pianta.

Altre macchie, altro parassita: se sono brune, secche o marcescenti sulla pagina superiore delle foglie, è quasi certamente peronospora, trattabile con prodotti a base di rame.

Le ruggini mostrano pustole di colore giallo, scuro sulla pagina inferiore delle foglie e vanno curate con prodotti come il Chiorotalonil.

Ultime, le fumaggini, che mostrano foglie, rami e fiori polverosi e nerastri: per queste è utile controllare e trattare afidi e cocciniglie.

Ora controllate le vostre piante, e soprattutto, curatele!

Photocredit: © Elnur - Fotolia.com
 

Parola agli esperti

Consultate sempre un esperto, soprattutto se il parassita è particolarmente esteso.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI