Come arieggiare le stanze di casa

Guida Guida

Arieggiare i locali di casa tua è un’importante operazione da svolgere più volte nell’arco di una giornata per garantire benessere e igiene all’ambiente in cui vivi.

Arieggiare le stanze di casa è fondamentale per assicurare una costante presenza di aria fresca: troppo spesso i locali di casa tua si riempiono di umidità, odori sgradevoli e sostanze nocive soprattutto se hai sistemi di riscaldamento antiquati.

In passato gli spifferi d’aria, dovuti alla mancanza di guarnizioni, consentivano un continuo ricambio d’aria anche a finestre chiuse, ma oggi, con i moderni serramenti, tutti i potenziali spifferi vengono praticamente eliminati evitando così un’inutile spreco energetico dell’impianto di riscaldamento.

Aprire le finestre per cambiare aria dovrebbe essere fatto più volte al giorno per garantire la fuoriuscita di aria cattiva e l’ingresso di aria fresca, purtroppo però questa operazione viene condizionata molto da diversi fattori climatici oltre che dall’inquinamento atmosferico.

Se vivi in una zona di campagna, con tanto verde attorno, aprire spesso le finestre sarà solo un piacere ma se abiti in un contesto urbano, molto inquinato, dovrai cercare di limitare al minimo l’ingresso di aria inquinata aprendo le finestre solo al mattino presto o alla sera tardi quando cioè il traffico tende a diminuire.


Le finestre andrebbero tenute completamente aperte per una decina di minuti ma se disponete di finestre con apertura inclinabile potrete prolungare i tempi di apertura anche di un'ora, ovviamente tenendo conto della temperatura esterna e delle condizioni climatiche 

In generale comunque devi sempre arieggiare le stanze anche con condizioni meteorologiche avverse, come il forte vento o la pioggia, perché l’aria esterna è comunque sempre più asciutta rispetto a quella interna e questo contribuisce ad arrestare il formarsi di muffe in casa.

In inverno, quando le temperature si abbassano anche sotto lo zero, è preferibile tenere aperte le finestre per poco tempo, dai quattro ai sette minuti, e piuttosto effettuare questa operazione più volte nell’arco della giornata; in estate invece, quando la temperatura in casa è più bassa, la ventilazione va aumentata e si possono tenere aperte le finestre più a lungo.
 

Foto © gpointstudio - Fotolia.com

Impianto di ventilazione

Per non dover arieggiare manualmente e troppo spesso le stanze di casa tua, ti conviene installare un buon impianto di ventilazione in grado di far uscire l’aria viziata e di far entrare quella fresca. Alcuni impianti prevedono il recupero del calore interno favorendo così un notevole risparmio energetico e riducendo le spese per il riscaldamento.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI