Come preparare la cera per mobili

Guida Guida

Preparare la cera per mobili è semplice e veloce: impara a farlo anche tu. 

La cera nutre, protegge e alimenta il legno facendolo durare nel tempo: tutti i mobili dovrebbero essere incerati con una certa periodicità senza esagerare con l’applicazione del prodotto.

In commercio esistono diverse cere già pronte per l’uso e anche cere colorate in grado di scurire o schiarire le tonalità del legno: puoi scegliere tra cera d’origine animale, cera d’origine vegetale o cera minerale.

Se preferisci puoi comunque prepararla tu stessa senza dover acquistare il prodotto già pronto. Il procedimento per la preparazione della cera è davvero semplice, basta sciogliere a bagnomaria un etto circa di cera d’api vergine. Inserisci il panetto di cera in un recipiente di vetro che poi immergerai in un pentolino contenete dell’acqua da riscaldare sul fornello. Una volta che la cera si è sciolta nel contenitore di vetro, estrailo dal pentolino e inizia a versare mezzo litro di essenza di trementina continuando a mescolare lentamente con un cucchiaio per uniformare il composto. Per applicarla sul mobile dovrai usare pennelli, spazzole e panni morbidi che non rilascino pelucchi o setole durante l’utilizzo. La migliore cera è certamente quella di origine animale, cioè la cera d’api perché molto morbida, di facile stesura anche se un po’ costosa, però dona ai mobili una rifinitura davvero unica e splendida. Disponibile in pani o in barattolo si presenta in colore variabile dal giallo carico al bruno a seconda delle zone di provenienza.

La cera vegetale detta “carnauba” si ricava dall’essudazione della foglia della Copernica Cerifera, una pianta subtropicale. La carnauba è una cera pregiatissima, di colore giallo-verde ma difficilmente solubile a freddo, infatti si scioglie a caldo con benzolo, alcool etilico o tricloro-etilene. Poiché è la più dura cera vegetale conosciuta si usa principalmente per innalzare il punto di fusione delle altre cere. La sua durezza è anche però responsabile della maggior durata della brillantezza tant’è che vien anche usata per lucidare il cuoio. Infine la cera minerale, detta paraffina, ottenuta dal processo di sintesi del petrolio, è più economica ed indicata per rifinire mobili non di pregio. 

photo tratta dal sito artedelrestauro.it

Cere spray

Evita di usare cere spray contenenti silicone: sono rapide ma rendono scivolosa la superficie e non coprono i graffi come invece fanno la cera d’api e la carnauba. 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI