Come pulire i mobili

Guida Guida

Per pulire un mobile non è necessario spruzzare prodotti chimici o detersivi in polvere: i sistemi più naturali risultano essere quelli migliori.

Hai trovato in soffitta un vecchio mobile o ne hai acquistato uno al mercatino dell’usato: se è ancora in buono stato, ma un po’ impolverato e sporco, puoi restituirgli lo splendore originario semplicemente con una bella lavata.

Per pulire un mobile non è necessario spruzzare prodotti chimici o detersivi in polvere: i sistemi più naturali risultano essere quelli migliori

Per una pulizia leggera sciogli un po’ di scaglie di sapone di Marsiglia in un contenitore di acqua tiepida e, dopo avervi immerso una spugna naturale, passala sulla superficie del mobile: non applicare troppa pressione e muovi la spugna seguendo parallelamente le venature del legno. Dopo aver trattato in questa maniera tutta la superficie del mobile, tampona velocemente con un panno per impedire che l’acqua ristagni.

Se devi effettuare una pulizia più approfondita per asportare dello sporco ostinato, che si è accumulato da tanto tempo,  puoi strofinare, con l’aiuto di un tampone, una soluzione costituita da un litro di alcool etilico, 200 grammi di polvere di pomice e qualche goccia di olio di lino.

In presenza di pomelli, maniglie, angoli, cornici, intarsi e altri motivi decorativi puoi rimuovere lo sporco servendoti di una paglietta di ferro fine immersa nella trementina: lo sporco tenderà a smuoversi e potrai asportarlo con un panno pulito.

Se devi liberare dalla polvere la seduta di una sedia di paglia passa una spazzola di saggina e poi una spugna imbevuta di acqua saponata.

Foto © JackF - Fotolia.com

Se voi asportare un vecchio strato di gommalacca o di cera, sfrega con delicatezza della lana di ferro oppure strofina una miscela di trementina e polvere di pomice.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI