Come si usa lo stucco classico per mobili

Guida Guida

Impara a preparare ed usare correttamente lo stucco classico per mobili. 

Lo stucco classico è uno dei principali stucchi usati per restaurare le piccole fessurazioni di un mobile. Si ottiene miscelando del gesso di Bologna con colla animale o vinilica e con la terra colorata per ottenere la tonalità più simile al legno dal riparare.

E’ molto facile prepararlo, basta lavorare l’impasto per bene con una spatola su una superficie liscia come il vetro o il marmo.

Poiché lo stucco classico tende a ritirarsi una volta applicato e seccato ti conviene prepararne in gran quantità.

Dunque procedi in questa maniera: aggiungi al gesso di Bologna le terre colorate fino a raggiungere la tonalità desiderata, aggiungi poi dell’acqua calda e della colla animale facendole gocciolare nelle debite proporzioni fino ad ottenere un impasto omogeneo e non eccessivamente fluido.

Stendi quindi sulla fessura da riparare un primo strato di stucco aiutandoti con una spatola: in questo modo potrai renderti conto del grado di compattezza dello stucco ed eventualmente apportare delle correzioni. Dopo la prima mano di stucco procedi ad applicare più stesure in modo da far penetrare bene lo stucco in profondità e tappare completamente i fori o le fessure: muovi la spatola nei due sensi, avanti ed indietro per lavorare meglio il prodotto.

Mentre lavori conserva lo stucco appena preparato in un panno umido a sua volta riposto in un sacchetto di nylon. Dato che lo stucco classico macchia molto il legno conviene applicarlo su un legno già verniciato e non su un legno senza tinta. Per non sporcare la zona attorno al punto da riparare ti conviene mettere del nastro adesivo da carrozziere oppure ungerla con dell’olio: in questo modo creerai una sorta di mascherina di protezione. Dopo circa 12 ore dall’applicazione lo stucco si sarà completamente indurito e solo allora potrai carteggiarlo. 

foto Gesso di Bologna

Stucco antico

Anticamente si usava uno stucco preparato miscelando polvere di marmo, ricco di carbonato di calcio, e calce spenta.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI