Come si usa lo stucco a cera per mobili

Guida Guida

Ci sono diverse tecniche per restaurare i mobili: impara la ricetta corretta per preparare lo stucco a cera. 

Lo stucco a cera per restaurare i mobili si trova facilmente in commercio sotto forma di stick solidi di varia colorazione. Non può quindi essere ulteriormente colorato a meno che non si mischino stick diversi dopo averli sciolti in modo da ottenere la tonalità desiderata. Altrimenti è possibile preparare questo tipo di stucco sciogliendo a bagnomaria della cera vergine d’api con un po’ di essenza di trementina e la giusta terra colorata.

Per sciogliere il composto si usa il procedimento a bagnomaria perché le temperature eccessive rischierebbero di alterarlo.

Versa dunque in un contenitore di vetro a bagnomaria la trementina che ha il compito di accelerare la fusione della cera e poi, quando l’acqua è calda, aggiungi i pezzetti di cera. Continua a mescolare ed aggiungi la terra naturale prescelta in modo da ottenere la tonalità più simile al legno da riparare: tieni conto però che con l’aumentare del calore la colorazione tende a mutare.

Quando la cera si è sciolta completamente e amalgamata per bene versala negli stampini che vanno fatti asciugare a temperatura ambiente. Dovrai attendere almeno 24 ore prima di poter togliere lo stucco dagli stampini perché sia la trementina che le terre colorate tendono a rallentare di molto il processo di solidificazione della cera. Una volta che comunque lo stucco a cera è pronto puoi applicarlo alla fessura da riparare: prendi una piccola quantità di stucco e manipolala in modo da ridurla alla forma di un cordoncino sottile.
Aiutati con una spatola per appianare lo stucco nella fessura senza eccedere nelle dosi: tieni presente che questo tipo di stucco non cala di volume come lo stucco classico. Infine rimuovi le parti eccedenti e strofina la zona riparata con un panno di lana o una paglietta fine.
 

foto Stucco a cera

Macchie di stucco

Lo stucco a cera, come tutti gli altri tipi di stucco, può macchiare il legno non trattato quindi sarebbe meglio applicarlo su un mobile già verniciato.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI