Come scegliere il colore esterno della casa

Guida Guida

Se stai progettando di ristrutturare l’esterno della casa ecco alcuni consigli per scegliere il colore per la tinteggiatura della facciata. 

La scelta del colore della facciata di un’abitazione non è semplice: bisogna tenere conto di diversi fattori che non sempre si sposano con il gusto personale. Il colore esterno di un edificio costituisce un elemento di forte caratterizzazione: in base ad esso è possibile valutare le condizioni sociologiche e culturali del luogo, oltre che le caratteristiche dell’abitazione stessa.

Dal colore esterno si può capire se un edificio è un palazzo signorile, tipico di un centro storico, oppure una casa contadina di un borgo rurale

La scelta del colore di una facciata e delle altri pareti di un edificio deve essere valutata attentamente in base allo stile dell’abitazione e al tipo di materiali impiegati nella costruzione. Inoltre vanno tenuti in conto altri fattori come la luce esterna caratteristica del luogo, il volume e le ombre dell’intero edificio e anche fattori di tipo legislativo.

La scelta di un colore sbagliato porta a veri e propri obbrobri estetici che stridono con il paesaggio circostante: per impedire che si possano verificare queste situazioni, la legge italiana ha previsto l’obbligo di presentare una specifica domanda all’Ufficio Tecnico del Comune per la scelta del colore esterno di una casa.

La maggior parte dei Comuni è dotata di un Piano del Colore, un documento di supporto per architetti progettisti, che dà informazioni precisi sui colori da usare per tinteggiare le abitazioni.

Insomma quando si sta per scegliere il colore della propria abitazione e del tipo di tinteggiatura occorre non ci si può basare sul gusto personale, ma occorre tenere presenti innanzitutto le caratteristiche dell’edificio, la sua ubicazione e il rapporto con il paesaggio.

Occorre poi valutare anche tutti gli altri elementi che compongono l’esterno di una casa e quindi oltre i muri si deve tenere conto del tipo e del colore dei serramenti, del tetto, dei davanzali, delle inferriate, dei canali di gronda e degli scarichi pluviali.

Foto © luzulee - Fotolia.com

Quando tinteggiare

I periodi migliori per tinteggiare l’esterno di un edificio sono la primavera e l’autunno: si devono evitare giornate di pioggia, vento e giornate con temperature inferiori a 5°C.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI