Come piastrellare bagno e cucina

Le piastrelle in ceramica sono un rivestimento impermeabile all’acqua: scopri le caratteristiche che devono avere e utilizzale per rivestire bagno e cucina.  

Come piastrellare bagno e cucina

Le piastrelle in ceramica sono un rivestimento perfettamente impermeabile all’acqua, ecco perché sono molto impiegate sia in bagno che in cucina: sono ideali anche solo intorno al lavabo mentre il resto della stanza può essere rivestito con altri materiali.

Le piastrelle pertanto sono ideali anche nel vano doccia oltre che nei pannelli intorno alla vasca da bagno, dietro il lavandino e i sanitari.

La superficie da piastrellare dovrebbe essere alta almeno 60 cm, di solito può avere la stessa larghezza dell’elemento, ad esempio un lavabo, oppure estendersi oltre di una o due colonne di piastrelle in più sui lati

Con un misuratore centra le piastrelle e con una livella aiutati a trovare la linea orizzontale che farà da guida per posizionare la prima linea.

Se hai deciso di mettere delle piastrelle oltre il bordo del lavandino usa anche dei listelli verticali come guida. Su superfici piccole non vale la pena stendere l’adesivo direttamente sul muro ma è meglio, di volta in volta, spalmarlo sul retro di ogni singola piastrella.

Incomincia ad applicare la prima fila di piastrelle sopra il lavabo, partendo dal centro verso le estremità, quando con la seconda fila arrivi vicino alla curva del lavandino devi tagliare la piastrella.

Prima disegna con un pastello a cera sulla sua superficie la forma, aiutandoti con una dima per profili, poi serra con dei morsetti la piastrella su un piano di lavoro, quindi taglia lungo il profilo che hai segnato usando un’apposita sega per piastrelle, infine con una lima leviga il bordo.

Quando hai terminato di posare file e colonne di piastrelle devi rifinire i bordi con delle bordature in ceramica: arrivato agli angoli, dovrai tagliare la bordatura in modo da accordarla con il corrispondente pezzo di bordatura laterale, eventualmente limando la giuntura per farla combaciare meglio.

Per piastrellare intorno a tubature di doccia, vasca da bagno o lavandino, chiudi prima le valvole dell’acqua e poi rimuovi le manopole: centra le piastrelle sui tubi e con un tronchesino pratica sui bordi delle piastrelle dei tagli a semicerchio che si adattino ai tubi.

Fora le piastrelle usando un trapano munito di punta per muratura, segna la posizione del foro con il pastello e ricoprila con nastro trasparente per evitare che la punta del trapano scivoli sulla superficie liscia della ceramica.

Fai poi combaciare la piastrelle intorno alla tubatura: una piastrella con un semicerchio sopra il tubo e una piastrella con l’altro semicerchio al di sotto in modo da circondare il tubo.

foto © haveseen - Fotolia.com

Bordo vasca

Non limitarti a piastrellare solo il pannello posto sopra la vasca da bagno: per dare un aspetto più sofisticato al tuo bagno piastrella, sempre che sia possibile, anche i bordi della tua vasca.

 

Ti potrebbero interessare...
Facebook page
Twitter
Google+ page
Pinterest
Instagram