Come scegliere lo scaldacqua più adatto alla tua casa

Guida Guida

Installare uno scaldabagno: come scegliere il più adatto alla tua casa, prestando attenzione a consumi e ambiente?

Se nella tua abitazione non disponi di un impianto dell’acqua calda centralizzato devi installare uno scaldabagno.

Se hai un riscaldamento autonomo, l’acqua verrà riscaldata dalla stessa caldaia che provvede al riscaldamento degli altri ambienti della casa, ma se così non fosse, per avere acqua calda, dovrai far installare uno scaldacqua.

In commercio esistono diverse tipologie di scaldacqua, ciascuno adatto a esigenze particolari e differenti

Gli scaldacqua tradizionali, ad eccezione cioè di quelli ad energia solare, si suddividono in scaldacqua istantanei e scaldacqua ad accumulo: entrambi a loro volta si suddividono in scaldacqua a gas oppure elettrici.

Gli scaldacqua istantanei a gas sono quelli più comuni e convenienti: si azionano ogni qualvolta si apre un qualsiasi rubinetto dell’acqua calda e sono sicuri perché forniti di apparecchiature di regolazione contro le fughe di gas.

Gli scaldacqua istantanei elettrici di solito vengono impiegati per docce o lavandini esterni poiché riscaldano modeste quantità d’acqua e sono quindi da utilizzare in momenti di necessità: l’acqua, entrando all’interno di un piccolo serbatoio situato nell’apparecchio, viene riscaldata da una resistenza elettrica.

Gli scaldacqua a gas con serbatoio ad accumulo sono meno convenienti rispetto quelli istantanei a gas ma hanno comunque il vantaggio di avere costi di esercizio più bassi rispetto quelli elettrici comunemente conosciuti anche come boiler.

Gli scaldacqua a serbatoio consistono in un robusto serbatoio cilindrico in lamiera zincata o altro materiale inossidabile che comunica con l’impianto idraulico per mezzo di due tubi, uno per l’entrata dell’acqua fredda e uno per l’uscita dell’acqua calda.

Il fondo del serbatoio di accumulo, nel caso del boiler, viene riscaldato da una resistenza di solito con una potenza compresa tra i 200 e gli 800 Watt, mentre per quelli a gas, viene riscaldato da una fiamma che fuoriesce da un bruciatore.

A seconda del modello di scaldacqua che intendi installare, affidati sempre a un tecnico specializzato. In questi casi, infatti, non bisogna assolutamente prendere l'iniziativa, soprattutto se si decide di installare un modello di scaldacqua a gas.

foto © You can more - Fotolia.com

Occhio al calcare

Gli scaldacqua sono soggetti all’accumulo di calcare, sarebbe quindi opportuno effettuare una manutenzione periodica per svuotare il serbatoio dal calcare.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI