Come posare un pavimento in resina

Guida Guida

La resina può essere posata su qualsiasi pavimento preesistente, dal parquet al cotto, dal linoleum al grès... Vediamo come si fa. 

Se hai deciso di ristrutturare i pavimenti di casa tua per dare uniformità agli ambienti e nello stesso tempo risparmiare, dato il buon connubio qualità-prezzo, la resina rappresenta senz’altro la soluzione migliore.

La resina offre il vantaggio di potere essere applicata su qualunque tipo di pavimento preesistente senza che sia necessario rimuoverlo e ciò costituisce un notevole risparmio in termini di tempo e denaro, inoltre ha uno spessore così sottile, dai 2 ai 5 mm, che la sua applicazione non determina alcun problema per la chiusura delle porte.

Sarà opportuno comunque valutare bene le condizioni del fondo, che deve essere regolare e privo di umidità: in caso contrario va preparato stendendo un letto elastico su cui far colare la resina

Ad esempio, nel caso di un pavimento in mattonelle o piastrelle occorrerà controllare che queste siano ben salde e in piano: nel caso di un vecchio pavimento irregolare occorrerà effettuare un preventivo trattamento di correzione.

La resina viene applicata in tre fasi successive: in un primo momento viene stesa, usando un rullo, una resina epossidica, quindi si passa un strato di resina poliuretanica, che conferisce al pavimento brillantezza, infine si applica un film di verniciatura, che può essere colorato oppure trasparente.

Il pavimento in resina può essere calpestato di norma dopo 48 ore dalla posa; solo in alcuni particolari casi sono necessari fino a sette giorni di riposo affinché la superficie possa essere calpestabile e ciò dipende ovviamente dal tipo di trattamento effettuato e anche delle condizioni del supporto presente.

Quando si decide di realizzare un pavimento in resina è molto importante tenere presenti le condizioni ambientali in modo da consentirne una corretta applicazione, adesione e indurimento della resina infatti sia la temperatura che l’umidità dell’aria hanno influenza sul tempo di indurimento e lavorabilità del prodotto. Di solito la temperatura dovrebbe essere compresa tra i 10°C e 30°C mentre il livello di umidità dell’aria dovrebbe essere compresa tra il 40% e il 75% o comunque non dovrebbe mai superare l’80%.

photo Open space via photopin.com

Resine in sicurezza

Alcune resine sono infiammabili per cui occorre lavorarle tenendo conto di tutte le precauzioni utili per evitare possibili incidenti. 
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI