titolo

Angelo Pisani
Angelo Pisani

Papà incinta

La 32° settimana di gravidanza

La futura mamma è sempre più affaticata. Nel frattempo, il bimbo nella pancia comincia a cambiare posizione: il parto è vicino!

Il bambino misura sui 40 centimetri e pesa un paio di chili.
Potrebbe cambiare posizione con la testa rivolta verso il basso. Si sta preparando per il parto.
La pelle è rugosa e rossa.
Se è anche screpolata, dipende dal fatto che più aumenta di dimensioni più diminuisce lo spazio per muoversi nell’utero, per cui dove si gira sbatte o si graffia!
I suoi occhi fissano e mettono a fuoco.
Il cordone ombelicale è protetto da uno strato gelatinoso che lo protegge dai suoi pugni - calcioni.
Il suo scheletro è ormai completamente formato.

LEI va sempre più a braccetto con il fastidio a causa della fatica fisica, di quella respiratoria, del mal di schiena, della stipsi, della debolezza, dei crampi alle gambe, dell’insonnia, dei cambiamenti di umore, della maggiore sensibilità al seno, della perdita del colostro, del sanguinamento delle gengive, delle perdite vaginali, del sangue dal naso e “chi più ne ha più ne metta!”
LUI si sente un fortunato per non avere questi sintomi e si prepara alla modalità di zerbino, come pena da espiare per questa sua colpa di non essere nato donna.
LEI potrebbe inoltre avere le prime contrazioni. Il rischio però è che si tratti di falsi sintomi di travaglio causati dal corpo come preparazione al vero parto.
In sintesi LEI è a disagio per tutto.



SEGUICI