titolo

Angelo Pisani
Angelo Pisani

Papà incinta

La 6° settimana di gravidanza

L'embrione è ormai di 4-6 millimetri! Il corpo della mamma, però, accusa il cambiamento che avviene dentro di lei: nausea, stanchezza, irritabilità sono solo alcuni dei sintomi tipici della sesta settimana

L’embrione è ora di 4-6 millimetri. Cresce. E questa è “ cosa buona e giusta”.
Entrano in scena la signora “laringe”, il signor “apparato digerente” e il signor “orecchio”.

E’ a questo che LUI, il futuro papà, si rivolge, per invitarlo a informare il bambino che la mamma non è propriamente quello che si definisce “un individuo simpatico”. E’ come se volesse dirgli: “ Non avere fretta di uscire, perché dopo, una volta fuori, ti toccherà tua madre!”

LEI?
Nausea, vomito, mal di testa,capogiri, svenimenti e dolori al basso ventre, a cui si aggiungono delle sensazioni di stanchezza e sfinimento.

LUI?
Ormai le vasche sono almeno 100, e i giorni in piscina da tre sono diventati quattro. In casa ostenta tranquillità e aiuta LEI a mangiare correttamente, a riposarsi, a non bere alcolici e a non fumare. Fuori casa, si sfonda di cibo, si ammazza di alcol e si distrugge di fumo.

Una volta rientrato, trova LEI sul divano che, nonostante tutto, è sempre bellissima, con un seno che assomiglia sempre più alle montagne russe di Gardaland e delle aureole mammarie che assomigliano sempre più a due 45 giri in vinile.

Vorrebbe stringerla a se, coccolarla, ma sa che, se così facesse, LEI tirerebbe fuori i suoi artigli da gatto e lo sfregherebbe da capo a piedi.
Meglio uscire di nuovo e tornare in un pub a fumare e a ubriacarsi.

E poi domani? In piscina!



SEGUICI