Come gestire l’alimentazione di cani e gatti in vacanza

Guida Guida

Le vacanze sono uno stress per cani e gatti. Scopri come ridurglielo gestendo al meglio la loro alimentazione in vacanza.

I viaggi lunghi sono molto stressanti per gli animali per cui è molto probabile che arrivati a destinazione il vostro cane o gatto non abbia troppa voglia di muoversi, giocare o mangiare.

Non è il caso di preoccuparsi: trascorso uno o due giorni comincerà anche lui a godersi le vacanze e a mangiare col suo solito appetito, soprattutto se gli avete portato un po' del cibo che mangia di solito a casa.

Cercare di non stravolgere proprio tutte le abitudini degli animali domestici è fondamentale per non creargli eccessivo stress da vacanza. E quelle alimentari (orario dei pasti, tipo di alimento, ciotole, ecc.) sono tra le più importanti.

Vediamo quindi come gestire l’alimentazione di cani e gatti una volta arrivati nel luogo delle nostre vacanze.

In vacanza poche deroghe alle regole

  1. Per evitare problemi intestinali o "digiuni di protesta" nei nostri animali sarebbe meglio dargli lo stesso cibo, nelle stesse ciotole e agli stessi orari. Se non vi è possibile cercate almeno di introdurre il cambiamento in modo graduale.
  2. Durante tutta la permanenza in villeggiatura dovrà essergli garantita una giusta quantità di acqua. Se lo portate con voi quando uscite (in spiaggia, durante una passeggiata in montagna…) ricordate l’acqua anche per lui e una ciotola pieghevole.
  3. La cucina casalinga deve essere un’eccezione e non la regola. Per quanto possa farci piacere l’idea di cucinare per il nostro “cucciolo”, non è la scelta più adatta. L’alimentazione industriale per cani e gatti è più equilibrata e studiata per avere la palatabilità giusta per ciascuna specie. E poi è una scelta anche molto più igienica e pratica, cosa che non guasta, soprattutto in vacanza e col caldo.
  4. Evitate gli avanzi di cucina e i bocconi allungati dai vostri piatti. Le vacanze non sono una scusa per abbandonare le buone abitudini. Non fatevi quindi tentare dalle varie occasioni che si possono presentare in villeggiatura come pic-nic in campagna o grigliate con gli amici. Occhio anche ai furti o agli “extra” allungati da amici e parenti! E se fa caldo non dategli i vostri gelati o ghiaccioli: ci sono alternative più adatte e più sane.
  5. Fate più attenzione alle normali regole igenico-sanitarie nel conservare e mettergli a disposizione acqua e cibo: durante l’estate la temperatura si alza velocizzando il processo di decomposizione di alcuni alimenti (soprattutto l’umido).
  6. Scegliete per il vostro compagno a quattro zampe un angolo tranquillo della vostra nuova dimora dove dargli da mangiare. Attenzione ai bambini in zona: la maggior parte degli animali non ama essere disturbata quando mangia e i cani in particolare potrebbero reagire aggressivamente ai tentativi di avvinarsi tanto più in una situazione in cui si sentono più insicuri.

Photo credits © tarva - Fotolia.com

Stress da vacanza per tutti

Anche i piccoli animali domestici si stressano quando li si sposta da casa. Se vai in vacanza con conigli, criceti, furetti o altri piccoli animali esotici cerca di mantenere il più possibile le loro abitudini: li aiuterai a riprendersi dallo stress.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI