Scoperto il perché gli uccelli marini mangiano la plastica

Notizia Notizia

E' stato finalmente scoperto il motivo per il quale gli uccelli di mare si cibano di plastica: l'odore della plastica ricorda le loro prede. 

Scoperto il perché gli uccelli marini mangiano la plastica

Ogni anni l’uomo produce centinaia di milioni di tonnellate di plastica e, di questa, una quantità compresa tra i 4,9 e i 12,7 milioni finisce in mare mettendo a repentaglio l’intero ecosistema marino.

Una volta in mare i residui di plastica si ricoprono di alghe ed emanano un odore che riesce a confondere alcuni uccelli di marittimi: è quanto hanno scoperto alcuni scienziati della University of California di Davis.

Lo studio di cui si sono occupati, sotto la guida del professor Matthew Savoca, è stato pubblicato su Science Advances e spiega come la plastica diventi una vera e propria trappola olfattiva per gli uccelli marini.

Tra gli uccelli di mare più golosi di plastica ci sono i procellariformi, come la berta e l’albatros, che sono dotati di un forte senso dell'olfatto per cacciare il cibo ma che finiscono per ingoiare la plastica.

Il motivo dipende dal fatto che la plastica in mare odora di zolfo, in particolare di dimetil sulfuro (DMS), una sostanza prodotta dalle alghe quando vengono mangiate dal krill, uno dei cibi preferiti dagli uccelli.

In pratica il dimetil sulfuro diventa una traccia olfattiva che aiuta gli uccelli a localizzare il cibo: i ricercatori si sono dunque domandati se la plastica in mare sapesse di questa sostanza.

Gli scienziati hanno così immerso in acqua, al largo delle coste di Monterey in California, detriti di vari tipi di plastica ingabbiati in alcune buste legate a delle boe. Dopo tre settimane hanno recuperato i detriti e li hanno fatto analizzare ai colleghi dell'istituto del Wine and Food Science.

E’ emerso che tra gli odori identificati c'era anche il dimetil sulfuro, rilasciato dalle alghe che ricoprivano i detriti di plastica.

Questa scoperta ci fa così capire perché l'ingestione di plastica è così diffusa tra la fauna marina e suggerisce possibili strategie per risolvere il problema come ad esempio aumentare le proprietà anti-vegetative della plastica.

Foto © Johannes Jensås - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI