Come allevare un coniglio nano

Guida Guida

Sempre più presente nelle case accanto a cani e gatti, il coniglio nano è un dolce e tenero animale da compagnia: scopri come allevarlo al meglio. 

Il coniglio è diventato un animale da compagnia al pari di cani e gatti: tra le tante razze di coniglio scelte per questo scopo, il coniglio nano è la razza più apprezzata e richiesta.

I conigli nani misurano circa venticinque centimetri di lunghezza e pesano appena un chilo e mezzo, dunque non risultano ingombranti e possono stare in un appartamento.

Però ciò non significa che non si debba procurare loro spazio sufficiente per muoversi e saltellare; lo spazio, al contrario, è una delle prime cose a cui pensare per allevarli al meglio, nonché la scelta della gabbia più giusta.

La gabbia più adatta per il coniglio nano
La gabbia per il coniglio nano deve essere ampia, spaziosa e dotata di un fondo in plastica per non danneggiare le sue zampine: vanno evitate le gabbie che hanno sul fondo delle griglie perché queste tendono a provocargli tagli e ferite. Nella gabbia devono poi essere inseriti del fieno come morbido giaciglio e una ciotola dell’acqua sempre fresca.

L’importanza dell’igiene
Per garantire al coniglio nano un ambiente confortevole e protetto è necessario cambiare la lettiera ogni giorno: l’igiene infatti è un elemento fondamentale per la vita di qualsiasi pet. La lettiera da scegliere è quella studiata appositamente per roditori e lagomorfi e va pulita spesso per evitare che gli escrementi continuino a depositarsi.

L’alimentazione del coniglio nano
Per alimentare correttamente il coniglio nano, la dieta deve essere equilibrata e deve comprendere, oltre al cibo secco indicato dal veterinario, anche alimenti come carote, mele, insalata, erba fresca e fieno di qualità. Il coniglio è un animale erbivoro e questi alimenti soddisfano il giusto fabbisogno energetico perché contengono sali minerali e calcio, oltre ad essere ricchi di fibra, il che permette un corretto funzionamento dell’intestino.

La salute del coniglio nano
Il coniglio nano va sottoposto a una visita periodica annuale dal veterinario che provvederà a valutarne lo stato generale di salute e a somministrargli i vaccini per scongiurare alcune patologie. Inoltre in sede veterinaria si decide se procedere per la sterilizzazione: nel caso dei maschi è consigliata per tenere sotto controllo l'aggressività e la predisposizione a marcare il territorio con l’urina e nelle femmine per prevenire tumori dell’utero.

La compagnia e il gioco
Il coniglio nano ama molto la compagnia e quindi non va lasciato per troppo tempo da solo, altrimenti potrebbe soffrire, divenendo apatico e triste oppure nervoso e aggressivo. E’ dunque fondamentale trascorrere ogni giorno un po' di tempo insieme a lui per giocare e fargli le coccole.

Foto © Marek Walica - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI