Come far fare il pieno di vitamina C alla tua cavia

Guida Guida

La cavia dipende totalmente da noi per il suo fabbisogno di vitamina C. Ecco come farle fare il pieno con i cibi di stagione.

La salute della cavia dipende in buona parte da noi e dalla nostra capacità di dargli tutto ciò di cui ha bisogno per vivere, crescere e anche riprodursi, se lo vorremo.
In particolare dovremo fare attenzione alla dieta, perché, come ben sa chi ha provato ad allevare uno di questi animali, l’alimentazione è il loro punto debole.

La cavia infatti ha un apparato digerente molto sensibile alle variazioni dietetiche ed è, quindi, fondamentale evitare cambi bruschi di alimentazione che causerebbero gravi disturbi intestinali e che comunque non gradisce nemmeno a livello comportamentale, perché è un animale molto abitudinario e non ama le novità, soprattutto nella sua ciotola. Tuttavia,

la cosa che più deve preoccupare i proprietari è la totale dipendenza della cavia dall’alimentazione per il fabbisogno di vitamina C

Il loro organismo, infatti, non è in grado di sintetizzarla e per non andare incontro a carenze devono riceverla necessariamente con gli alimenti.

Il rischio è grave ed è ben noto: la mancanza di vitamina C provoca una patologia, lo scorbuto, che porta alla morte del roditore.
Ciononostante la dieta fornita alle cavie contiene ancora troppo spesso una dose troppo bassa di questa vitamina.
Purtroppo la vitamina C ha la caratteristica di esser molto labile e degradarsi rapidamente per esposizione a luce e calore, perciò i prodotti confezionati a lunga conservazione possono arrivare nella ciotola delle nostre cavie troppo impoveriti di questa vitamina, anche se studiati apposta per le esigenze nutrizionali di questa specie.

Per far fare il pieno di vitamina C alla nostra cavia abbiamo due possibilità:

1. l'alimentazione ricca di verdure fresche

È la strada più facile e naturale. La cavia è un erbivoro obbligato e frutta e vegetali sono ricchissimi di vitamine anche se in misura variabile con alcune più presenti in alcuni cibi ma non in altri e viceversa. Una dieta ricca di verdure fresche dovrebbe fornire tutte le vitamine di cui questo animaletto ha bisogno nella giusta quantità. Ma proprio per l’importanza della presenza di vitamina C nella dieta della cavia è necessario che facciate attenzione a rispettare alcune semplici regole:

  • Dosate bene la quantità di verdura e frutta: deve essere adeguata all’età, al peso e allo stato di salute della nostra cavia. Nel dubbio, chiedete all’allevatore o al veterinario.
     
  • Variate la qualità: bisogna evitare che la nostra amica mangi sempre le stesse cose.  Più tipi di vegetali diversi riusciamo a darle, più siamo sicuri di riuscire a soddisfare il suo fabbisogno di tutte le vitamine. Aiutatevi spaziando tra le varietà di stagione e prediligendo sempre quelle fresche. Per fare questo è però fondamentale abituare la nostra cavia fin da subito a non consumare solo uno o due tipi di verdure.
     
  • Non trascurare mai le verdure più ricche di vitamina C: per assicurare che sia coperto il fabbisogno della vitamina della nostra cavia è indispensabile fornirgli le verdure che ne sono più ricche, quali peperoni rossi, cavolo, ravizzone, prezzemolo e agrumi. Una tazza di cavolo fresco contiene circa 60 mg di vitamina C e un etto di ravizzone circa 125 mg. Il fabbisogno giornaliero di una cavia (circa 30 mg) può essere fornito con mezza tazza di tali verdure o un quarto di arancia. Mele, carote e insalata contengono invece quantità trascurabili di vitamina C.

 

2. L'integrazione farmacologica

Quando la cavia mostra segni di carenza di vitamina C o, per qualunque motivo, si ritiene che non ne stia assumendo abbastanza o che il suo fabbisogno sia aumentato (gravidanza, allattamento, accrescimento), si può pensare, dietro consiglio medico, di integrare la quota fornita col cibo con preparati farmaceutici in gocce.

  • Possono essere utilizzati i prodotti specifici per gli stati carenziali di vitamina C in vendita in farmacia per le persone. Ad esempio, Cebion gocce contiene 100 mg di vitamina C  per ml, e una goccia equivale a 5 mg circa. Per somministrare l’equivalente di 10-30 mg/kg sarà sufficiente moltiplicare una dose di 2-6 gocce per il peso in Kg della nostra cavia. La quantità di farmaco così calcolata può essere somministrata direttamente in bocca con una pipetta o un contagocce, diluita in poca acqua o succo di frutta.
     
  • L’integrazione con un preparato multivitaminico non è consigliabile per evitare sovradosaggi di altre vitamine.

 

photo credit: Pewari via photopin cc

Attenzione alle Brassicacee

Cavolo e il ravizzone sono particolarmente indicati per la dieta della cavia perché tra i vegetali più ricchi di vitamina C, ma attenzione a non esagerare: come tutte le brassicacee  contengono elevati livelli di ossalati che possono causare la formazione di calcoli urinari. Alternatele a vegetali con scarso contenuto di ossalati anche se un po' più povere di vitamina C.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI