Come proteggere dal caldo cavie, conigli e criceti

Guida Guida

Il caldo è un problema per tutti gli animali, ma per cavie, conigli e criceti lo è ancora di più. Ecco come proteggere i piccoli amici di casa dal caldo.  

Il caldo è un problema per tutti gli animali. Ma per alcune specie più piccole e delicate come cavie, conigli e criceti lo è in particolar modo. Questi animali non tollerano temperature superiori ai 26°C. In estate ci mettono quindi poco ad andare incontro ai colpi di calore spesso fatali.

Anche cavie, conigli e criceti rischiano il colpo di calore

I sintomi sono gli stessi degli animali più grandi come cani e gatti: affanno, respiro accelerato, e apatia.
Se doveste notare uno di questi sintomi nel vostro amico, bagnategli immediatamente la testa o le orecchie nel caso del coniglio, mettetelo nel trasportino con oggetti freschi (bottiglie d’acqua ghiacciata, contenitori isotermici per il ghiaccio) e portatelo subito dal veterinario.

Proteggerli dalle conseguenze del caldo eccessivo non è impossibile

Prevenire, come sempre, è meglio di curare. E anche in questo caso, data l’alta mortalità in caso di colpo di calore nei piccoli animali, è bene evitare di esporli troppo al pericolo numero uno dell’estate.

  • Teneteli in un luogo fresco e ventilato: non lasciate le loro gabbiette esposte al sole nemmeno per alcune ore della giornata. Se non è possibile portarli in casa trovate loro una posizione all’ombra e cambiategliela, se necessario, nel corso della giornata. L’ideale sarebbe però portarli in un luogo con aria condizionata o comunque fresco.
  • Evitate di esporli all’aria di un ventilatore: questi animali non sudano come noi e non traggono nessun giovamento dall’aria rinfrescante che soffia sul corpo surriscaldato. In compenso potrebbero prendersi qualche malanno.
  • Evitate gli sbalzi di temperatura: i piccoli animali sono particolarmente sensibili alle rapide variazioni di temperatura ambientale.
  • Dategli acqua e cibi freschi: quando la temperatura è molto elevata il loro cibo tenuto al fresco può servire a dargli anche un po’ di refrigerio.
  • Create angoli di fresco nella loro gabbietta: posizionando bottiglie piene di acqua ghiacciata (tolte dal freezer come si vede in foto) o contenitori isotermici per il ghiaccio nella loro casetta, in questo modo cavie, conigli e criceti potranno decidere se stare vicino a questa fonte di fresco oppure se starne lontano a seconda delle loro esigenze. Bottiglie e contenitori andranno cambiati più volte, ovviamente, nel corso delle ore più calde della giornata.


photo credit: Toms Bauģis via photo pin cc

Occhio al raffreddore

Cavie, conigli e criceti proprio perché sensibili agli sbalzi di temperatura rischiano più di noi di beccarsi un bel raffreddore anche d’estate. Se li trovate appallottolati nonostante il caldo, col musetto sporco di muco, lavateglielo con acqua calda, curate particolarmente la loro alimentazione in modo che contenga verdura e frutta fresca ricca di vitamina C e riparateli dalle correnti d’aria.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI