Pettorina o collare: quale scegliere?

Guida Guida

E’ meglio usare il collare o la pettorina quando si porta a spasso Fido? Scopriamo quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questi strumenti per fare la scelta migliore per il nostro pet. 

Per il cane è meglio usare il collare oppure la pettorina? Dare una risposta semplice non è facile perché si tratta di una questione da sempre molto dibattuta: sia per il collare che per la pettorina ci sono ferventi sostenitori ma anche accaniti detrattori.

Usando in modo sbagliato sia il collare che la pettorina non solo si rischia di provocare dei danni fisici al cane, ma anche a se stessi, soprattutto alle spalle, alla schiena e al collo. Dunque la prima cosa importante da insegnare al cane è quella di camminare nel modo corretto a fianco del conduttore: quante volte capita infatti di vedere una persona a spasso con il proprio cane completamente trascinata e strattonata dall’animale?

Ad oggi il collare risulta essere lo strumento più conosciuto e utilizzato, anche se la pettorina si sta sempre più diffondendo

In commercio sono davvero molte le marche di collari, pettorine e guinzagli: uno dei migliori brand è Ezy dog, marchio australiano di accessori di alta qualità che si occupa da anni del comfort e della sicurezza degli amici a quattro zampe proponendo vari modelli di guinzaglieria, realizzati con materiali robusti e resistenti, adatti per soddisfare le esigenze di ogni taglia e razza.

Sia che si decida di scegliere il collare o la pettorina, è fondamentale fare attenzione a non stringere troppo lo strumento, altrimenti il cane rischia di strozzarsi o di avere problemi di irritazione.

Esistono diversi modelli di collare realizzati in vari materiali, più o meno costosi, come il nylon, il cuoio, la plastica e l’acciaio. Il collare a banda stretta viene molto usato per avere un miglior controllo della testa del cane e può essere portato alto o basso, tuttavia è da preferirgli quello a banda larga perché distribuisce meglio lo sforzo sul collo del cane.

In assoluto quelli con le borchie e le punte sono da evitare perché causano solo dolore e fastidio al cane. Ugualmente andrebbero evitati i collari a strozzo, anche se sono difesi da una parte della cinofilia tradizionale perché considerati come l’unico modo per non far scappare un cane particolarmente indisciplinato.

Il collare assicura un maggior controllo sulla testa del cane e può essere utile nel caso in cui il cane tiri particolarmente in passeggiata. E’ consigliabile invece usare la pettorina per sforzare di meno la colonna vertebrale e prevenire possibili problemi alla trachea.

La pettorina, infatti, ha il vantaggio di non comprimere la trachea e, consentendo una distribuzione migliore delle forze sul dorso, evita traumi alla colonna vertebrale.

Anche le pettorine sono di diversi tipi ovvero ad X, ad H e ad Y: la più comune è la pettorina ad X, che però è anche la meno consigliabile perché le forze vengono scaricate troppo sulle zampe e inoltre, andando a posizionarsi dietro ai gomiti del cane, può causare irritazioni alle ghiandole ascellari. Sono sicuramente da preferire la pettorina ad H o al limite quella ad Y con l’aggancio dorsale perché non esercitano nessuna pressione sul collo del cane e anche se dovesse tirare in passeggiata, la trazione sarebbe comunque distribuita sul petto in modo meno incisivo.

A prescindere che si decida di optare per il collare o la pettorina, l’importante è avere un cane ben educato e socializzato: in tal caso si potrà usare qualsiasi strumento.

Foto © alexandro900 - Fotolia.com

 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI