I love Fido: l’importanza e la funzione del gioco nel cucciolo

Guida Guida

Il gioco è un fattore di importanza basilare nella vita di un cane, soprattutto quando è cucciolo: attraverso il gioco il cane impara a relazionarsi con gli altri, a comportarsi come noi vogliamo ma soprattutto si rilassa, si diverte e cresce sano.

Il gioco è un elemento fondamentale nella vita di ogni cane: rappresenta non solo un piacevole svago e un’attività fisica benefica, ma anche un modo per tenere in allenamento la mente, per aumentare la capacità di autocontrollo e per rafforzare il legame con il proprietario.

Attraverso il gioco il cucciolo impara a socializzare, a stabilire le relazioni gerarchiche, a comprendere i segnali di comunicazione emessi dagli altri cani e a gestire i conflitti sociali

Infatti il cucciolo, giocando con la madre e i fratelli, impara a inibire la presa e a calibrare correttamente il morso: non a caso i cuccioli che vengono separati dalla madre troppo presto, cioè prima dei due mesi, tendono poi, una volta diventati adulti, a mordere con troppa forza e a giocare in modo piuttosto rude.

Quindi si può tranquillamente affermare che il cucciolo, attraverso il gioco, impara a prepararsi alla vita adulta e a mettere in pratica quelle abilità motorie che gli serviranno per procacciarsi il cibo, per accoppiarsi e per entrare in competizione agonistica con altri cani.

Nel cucciolo il gioco si rivela di basilare importanza anche per sviluppare la coordinazione motoria e per favorire lo sviluppo di alcune strutture nervose preposte al mantenimento dell'equilibrio, nonché per agevolare il potenziamento delle masse muscolari e dei collegamenti tra muscoli e sistema nervoso.

Durante il gioco il cane impara a esplorare quali sono i suoi limiti e le sue capacità, allenandosi a resistere in situazioni imprevedibili ed esplorando possibili strategie per superare le difficoltà

Attraverso il gioco il proprietario può insegnare al cucciolo a controllarsi emotivamente, a fare pause, a tollerare le situazioni di frustrazione e a controllare il livello di eccitazione. In questo modo il gioco diventa un eccezionale strumento di educazione: il proprietario può usare l’esperienza piacevole del momento ludico per premiare i comportamenti del cane che desidera rafforzare.

Giochi da mordere, giochi da inseguire e recuperare, giochi di attivazione mentale, giocattoli di gomma e di peluche: il mercato offre un’ampia varietà di prodotti studiati appositamente per stimolare il cane in tutti sensi.

Ad esempio per insegnare al cucciolo il gioco del lancio e del riporto si può fare ricorso al frisbee Kong Puppy Flyer: sicuro, flessibile e resistente è realizzato in una speciale gomma per dentizione che non provoca ferite da morso né infiammazioni gengivali che, solitamente, vengono invece causate dai bordi taglienti dei comuni frisbee di plastica.

Il gioco costituisce un valido indicatore del benessere del cane, non a caso in cani malati, affamati o che vivono in ambienti che causano loro uno stress cronico, il gioco è uno dei primi comportamenti a sparire: riducendosi l’interesse al gioco si verifica una diminuzione del benessere del cane.

Credit@ mdorottya - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI