Al mare con il cane: come lavare il pelo senza rovinarlo

Guida Guida

La maggior parte dei cani si diverte un mondo quando può tuffarsi in mare, ma come si riduce il pelo con l’acqua salata e con la sabbia? Ecco come si deve intervenire per lavare il pelo senza rovinarlo.

Anche i nostri amici a quattro zampe, proprio come noi, non vedono l’ora di passare delle belle giornate in spiaggia, sonnecchiando sotto l’ombrellone e tuffandosi in mare per un bagno rinfrescante.

Bisogna però tenere presente che sia la sabbia che l’acqua salata del mare possono rovinare il pelo del cane e, in alcuni casi, anche provocare disturbi alla pelle come allergie e dermatiti. La sabbia infatti è piena di piccoli insetti che possono annidarsi nel pelo del cane causandogli prurito, mentre l’acqua salata del mare provoca secchezza cutanea e inaridimento del pelo.

Per questa ragione, una volta che Fido ha terminato il suo bagnetto in mare, è opportuno sciacquarlo subito con acqua dolce: se ciò non fosse possibile, si deve provvedere ad asciugarlo per bene con un telo di spugna prestando attenzione al muso, alle orecchie, all'attaccatura della coda e all'addome. In particolare le orecchie vanno asciugate bene perché altrimenti il cane può sviluppare otiti che sono particolarmente dolorose. E’ bene anche rimuovere il più possibile la sabbia, soprattutto in mezzo ai polpastrelli, che alla lunga potrebbe dar luogo a irritazioni o peggio ancora a delle micosi.

Eventualmente, se non si ha la possibilità di sciacquare subito il cane con acqua dolce, si può fare ricorso alle salviettine e al guanto detergente Inodorina Soft Touch che permette una pulizia accurata rendendo il manto sempre pulito, lucido e profumato, anche in assenza di acqua. In particolare il guanto detergente Inodorina soft touch neutralizza le molecole di cattivo odore, rilasciando una profumazione gradita al pet, mentre la pellicola interna al guanto isola la mano dalle impurità trattenute dal tessuto.

Va prestata molta attenzione ai cani con il pelo lungo, ricco di sottopelo: quest’ultimo trattiene molta umidità rendendo il cane più predisposto a raffreddamenti, alla formazione di funghi e, nel caso di cani anziani, a problemi di infezioni alle articolazioni.

Poi, una volta arrivati a casa, si può procedere al normale bagnetto con acqua dolce e shampoo per togliere ogni residuo di sabbia e sale

Per il bagnetto si può ricorrere a Inodorina Dog Shampooing, una linea completa di 9 shampoo + 1 balsamo a base di estratti naturali, specifici per ogni tipologia di cute e manto. In particolare lo shampoo per pelo lungo, grazie alla presenza degli estratti di malva e lino, rende il manto più forte e facilmente pettinabile.

Un altro prodotto utile per detergere in profondità il manto di Fido è Inodorina Shampoo Sensation, una linea di shampoo senza parabeni con aggiunta di oli essenziali naturali disponibile in 6 fragranze adatte ad ogni tipologia di cute e manto: si va dallo shampoo nutriente con estratto di cotone, che mantiene la cute morbida ed elastica, allo shampoo rivitalizzante con estratto di zenzero, perfetto per stimolare la circolazione, passando per lo shampoo rinfrescante con succo di cetriolo, che rinfresca e tonifica il manto, lasciando un fresco odore di pulito. Poi ci sono lo shampoo rilassante con estratto di vaniglia, con le sue innumerevoli proprietà riequilibranti, calmanti e rilassanti, lo shampoo rigenerante con olio di cocco, che allevia la secchezza della cute riducendo la formazione della forfora e quello addolcente con le proteine del latte, che dona corpo e vitalità al manto.

Finito il bagno bisogna sempre asciugare bene il cane, prima con un asciugamano in spugna e poi con il phon impostato sulla temperatura minima per non scottare la sua pelle delicata e per non spaventarlo con il suo rumore.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI